Cronaca

Vaccini, Donini: "Entro maggio prenotazioni 55-59 anni e vaccinazioni nei luoghi di lavoro"

L'assessore regionale alla salute ha fatto il punto con cronisti su vaccini, contagi e passaporto vaccinale: "A chi ha contratto il covid negli ultimi sei mesi, verrà somministrata una sola dose"

A mezzogiorno di oggi, 5 maggio, 1.776.712 cittadini emiliano-romagnoli hanno ricevuto la prima dose di vaccino anti-covid, 600mila anche la seconda: "Siamo a un tasso di somministrazione intorno al 90% questo ci consente di utilizzare tutte le dosi consegnate in maniera tempestiva". 

A fornire i dati, l'assessore regionale alla salute, Raffaele Donini che ha fatto il punto su contagi e vaccini nel corso di una video conferenza stampa. 

"Seguiremo le indicazioni della struttura commissariale, riguardo ai vincoli di età, a oggi non ci sono - mentre c'è una - raccomandazione per far partire la fascia 55-60: In assenza di ordinanze continuiamo con questo metodo - prosegue l'assessore - il primo obiettivo è proteggere i cittadini, negli ospedali ci sono tanti 50enni". 

Le scadenze di maggio

Dal 6 maggio scatteranno le prenotazioni per la fascia di età 60-64 anni, mentre dal 7 verranno presi in carico 120mila fragili non gravemente patologici. Sempre entro il mese di maggio, come indicato nel programma redatto dal commissario per l'emergenza, anche la fascia 55-59 anni: "Siamo forse l'unica regione che ha aggiornato e ampliato gli elenchi dei patologici gravi, ovvero mezzo milione di persone, già per metà vaccinato con la prima dose", specifica Donini. 

Il commissario per l'emergenza, generale Francesco Paolo Figliuolo "ci ha inviato una lettera: 'alla luce del positivo andamento della campagna vaccinale delle categorie prioritarie', abbiamo quindi il permesso di concludere con il personale scolastico, manca 30%, quindi i prossimi giorni saranno utili per riorganizzare e completare". Donini conferma inoltre che "a chi ha contratto il covid negli ultimi sei mesi, verrà somministrata una sola dose". 

Vaccinazioni sui luoghi di lavoro

L'assessore ha annunciato che entro il 31 maggio la regione si rende disponile ad autorizzare la somministrazione sui luoghi di lavoro: "Buona sintonia con le categorie economiche e le forze sindacali. Abbiamo scelto di non di agire nella dispersione - spiega - quindi no a centinaia di piccoli hub, ma la concentrazione in alcune decine di punti aziendali, con l'obiettivo di 500 dosi al giorno, indipendentemente dalle fasce di età. L'hub aziendale inoltre entrerà a far parte della rete vaccinale di servizio pubblico". 

Donini spiega che i centri di vaccinazione aziendale che resteranno aperti fino a fine luglio "in base a un concetto di responsabilità sociale, sono rivolti alla popolazione lavorativa, ma devono anche garantire la vaccinazione delle altre categorie economiche. Il personale è indicato, reperito e finanziato dalle imprese stesse diventando parte integrante della rete dei centri vaccinali dell'Emilia-Romagna". 

Vaccinazioni e visite nelle CRA

"Il 95,7 % dei degenti delle CRA hanno ricevuto la prima dose e l'85% la seconda, quindi è sostanzialmente conclusa". 

Riguardo a Cra e case di riposo l'assessore fa sapere che è in stesura il regolamento per consentire le visite a congiunti e parenti: con i degenti vaccinati, si darà priorità alle visite da tenersi in spazi aperti da parte di persone vaccinate, guarite o con tampone negativo effettuato nelle ultime 48 ore. 

"Ci siamo assunti l'impegno di vaccinare anche i caregivers - afferma l'assessore - troveremo il modo di onorarlo, confidando nelle promesse di fornitura". 

Le varianti

"Hanno totalmente sostituito il ceppo originale, nella regione si registra il 93% per la variante inglese e il 7% della brasiliana". Come conferma Giuseppe Diegoli, responsabile prevenzione e sanità pubblica "è stato attivato un piano di sorveglianza con l'Iss, si esaminano 400 campioni random a settimana per monitorare le varianti". 

Rinunce Astrazeneca

"Non risultano come in altre regioni, il numero di rinunce è basso - conferma Donini - i medici che fanno l'anamnesi all'ingresso degli hub vaccinali sono bravi a a spiegare che la vaccinazione con AstraZeneca è sicura ed è in corso anche per over 60. a oggi sono state somministrate 338mila dosi". 

Vaccino Sputnik

I sammarinesi che circolano in Emilia-Romagna, vaccinati con Sputnik saranno trattati non vaccinati? "La situazione epidemiologica sammarinese vede contagi bassi, quindi la vaccinazione ha avuto un effetto - chiarisce Donini - Lo vorremmo (lo Sputnik) ma non possiamo, speriamo che nel breve tempo Aifa ed Ema risolvano e garantiscano riconoscimento di questo vaccino". 

Vaccinazioni nelle farmacie

L'assessore incontrerà i farmacisti nei prossimi giorni: "Avevamo lasciato il mese di aprile per la formazione e la ricognizione del peosnale, oltre che per la valutazione dei locali. Credo che li avremo al nostro fianco. Abbiamo avutoli una prima disponibilità da parte di quasi 800 farmacisti"

Passaporto vaccinale

E' ancora allo studio: "E' fondamentale perchè questo paese ha bisogno di ripartire, quindi lo sosteniamo. Credo che sarà di tipo digitale". 

Vaccini, boom di adesioni a Bologna: "Oltre 70% di prenotati 65-69 anni. Da domani al via 60-64 anni" | VIDEO

Coronavirus Emilia Romagna, report settimanale: ecco come è cambiata la curva epidemica

Covid, contagi nelle scuole: quasi 2mila casi nell'ultima settimana | Grafici 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, Donini: "Entro maggio prenotazioni 55-59 anni e vaccinazioni nei luoghi di lavoro"

BolognaToday è in caricamento