menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini, Bonaccini: 'Profilassi non è né di destra né di sinistra'

Il governatore dell'Emilia-Romagna corregge l'Assessore alla Sanità Venturi, che nei giorni scorsi aveva definito l'antivaccinismo come un atto 'di destra'

Se per l'assessore regionale emiliano-romagnolo Sergio Venturi la lotta contro l'obbligo vaccinale "è una battaglia molto, molto di destra" mentre quella a favore "è una battaglia di progresso, di sinistra", Stefano Bonaccini preferisce evitare le etichette politiche.

"I vaccini non possono essere né di destra né di sinistra. Come la tutela della salute dei bambini non può essere né di destra né di sinistra", ha scandito oggi il presidente dell'Emilia-Romagna, ospite della Terrazza Pd a Largo del Nazareno proprio sul tema dei vaccini. "Anzi- rincara il governatore dell'Emilia-Romagna- sarebbe sciagurato diventasse materia di disputa politica". Bonaccini stava parlando in particolare del ricorso del Veneto contro il decreto del Governo che introduce l'obbligo di vaccinazione in tutte le scuole.

Una posizione quella del governatore Luca Zaia, che secondo Bonaccini "ha più del sapore politico che di merito sulle decisioni". I presidenti di Regione della Lega "in questi mesi non li avevo mai sentiti esplicitare un dubbio, anzi Maroni credo che in Consiglio regionale abbia ricevuto il mandato per interpretare la nostra legge", quella che introduce da settembre l'obbligo di vaccinazione nei nidi.

Bonaccini entra anche nel merito delle posizioni dei Cinque stelle, che in Emilia-Romagna non hanno votato la norma sull'obbligo vaccinale nei nidi e anzi hanno criticato aspramente la scelta dell'amministrazione. "Credo che il Movimento 5 stelle abbia avuto problemi nel gruppo dirigente. Secondo me ad un certo punto si sono resi conto che nei territori anche tanti loro elettori non comprendevano perché mettessero in discussione, lisciando il pelo ai No Vax, qualcosa che è comprovato scientificamente", appunto la validità e l'utilità di vaccini. "Noi- sottolinea il presidente- stiamo con la scienza e la conoscenza. Chi vuol stare con gli apprendisti stregoni del web si accomodi pure, ma adesso finalmente c'è un provvedimento nazionale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento