menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini ai disabili, si parte dai centri diurni e dai più fragili

Per le somministrazioni ancora da mettere a punto la macchina organizzativa, ma si prospetta un mix tra vaccinazioni a domicilio e appuntamenti presso i punti vaccino

Stanno iniziando in questi giorni le prenotazioni per vaccinare i disabili in carico presso l'Ausl di Bologna. A fare il punto della situazione questa mattina è stata una commissione conoscitiva in comune, chiesta dal M5S sulle vaccinazioni a domicilio per i disabili.

Monica Minelli, Direttore direzione attività socio-sanitarie ha spiegato che "si partirà con le persone che frequentano le strutture residenziali e semi-residenziali", per le quali si provvederà con un mix di somministrazioni in loco oppure in un centro vaccinale dedicato all'area disabilità al Rizzoli.

Quanto ai centri disabili, si parla di 27 centri per Bologna città "di cui sette hanno già vaccinazioni effettuate, partendo dai cinque centri socio-riabilitativi e a due gruppi appartamento". Da domani invece partiranno le somministrazione per sette semi-residenze, un centro socio occupazionale, e cinque gruppi appartamento. In tutto si parla, per questa tranche, di 195 persone, di cui 108 ospiti e 87 operatori. 

Sulla disabilità al domicilio le cose sono un po' più complicate. Il ministero ha diffuso delle linee guida in merito, individuando 13 tipologie di disabilità considerate "a estrema fragilità", che saranno le prime a ricevere la puntura. "In questi giorni stiamo procedendo con i primi 168 pazienti gravissimo-disabili" conferma Minelli, ma poi "serviranno dalla Regione indicazioni più puntuali" su cosa di considera disabilità fragile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento