Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid, Viale: "Con 70% vaccini in autunno si evita terza ondata" | VIDEO

E' la previsione di Pierluigi Viale, infettivologo del Policlinico Sant'Orsola di Bologna

 

"Se arrivassimo a ottobre-novembre con un livello di vaccinati attorno al 70%, potremmo veramente pensare di non avere una terza ondata". E' la previsione di Pierluigi Viale, infettivologo del Policlinico Sant'Orsola di Bologna, oggi a margine di una conferenza stampa dell'Ordine dei medici del capoluogo emiliano.

"Non ho la palla di vetro - premette Viale - certamente il virus si giova della promiscuità e del contatto stretto, che è più facile generare nei periodi freddi rispetto ai periodi caldi". Per questo, sottolinea l'infettivologo, "l'obiettivo anche dell'Europa è riuscire a vaccinare almeno il 65% della popolazione entro il prossimo inverno, per scongiurare questo rischio. Certo che se arrivassimo a ottobre-novembre con un livello di vaccinati attorno al 70%, potremmo veramente pensare di non avere una terza ondata", afferma Viale.

L'infettivologo insiste dunque sull'importanza del siero anti-Covid, anche rispetto alle varianti del virus che stanno emergendo in queste settimane. "Le varianti sono la pietra tombale sull'ipotesi che ha guidato alcuni sistemi sanitari europei, come l'Inghilterra o i Paesi scandinavi, verso un'immunità di gruppo naturale - sostiene Viale - che non si può creare esponendo la popolazione al virus, proprio perché il coronavirus muta con grandissima rapidità. Quindi l'unica strada per controbilanciare il problema delle varianti è generare coorti di popolazioni vaccinate", afferma l'infettivologo.

Coronavirus 3 febbraio: 1.047 casi e 195 a Bologna, calano i ricoveri nei reparti covid

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento