Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vaccini influenza, come cambiano in epoca covid? Il medico spiega e rassicura: "Non mancheranno"

Oggi vaccinazioni al via a Bologna. Siamo andati in un ambulatorio per capire come si gestisce una campagna antinfluenzale durante una pandemia

 

Partita oggi 12 ottobre la campagna antinfluenzale della Regione Emilia-Romagna. Con due settimane d'anticipo rispetto allo scorso anno, sono oltre 230mila i vaccini per Bologna e hinterland. Il 70% del fabbisogno stimato è stato distribuito ai medici di base e sono partite le prenotazioni.

Vaccini, al via il 12 ottobre: "Precedenza alle persone fragili, bisogna pazientare"

Siamo andati in un ambulatorio di Bologna, dalla dottoressa di medicina generale Isabella Linsalata per capire come si gestisce una campagna antinfluenzale durante una pandemia.

A chi è offerto gratuitamente il vaccino

La vaccinazione antinfluenzale va offerta gratuitamente a soggetti di età pari o superiore a 60 anni, con o senza patologie croniche; donne che all’inizio della stagione epidemica si trovano in gravidanza; medici e personale sanitario di assistenza nelle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali; soggetti ricoverati presso strutture per lungodegenti;soggetti tra i 6 mesi e i 60 anni con patologie croniche; familiari e contatti di soggetti ad alto rischio; soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo (personale scolastico, polizia, carabinieri, vigili del fuoco, e così via); personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani; volontari in ambito sociosanitario e donatori di sangue.

L’inserimento dei bambini e adolescenti sani nelle categorie da immunizzare prioritariamente contro l’influenza stagionale è oggetto di discussione da parte della comunità scientifica internazionale. Quest’offerta verrà valutata nel prossimo Piano nazionale prevenzione vaccinale; in attesa dell’offerta gratuita per questa fascia di età, ancora per quest’anno la vaccinazione resta a pagamento e può essere eseguita anche dai servizi vaccinali dopo aver garantito la vaccinazione ai soggetti fragili.


 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento