menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Obblighi vaccinali, accordo sullo scambio dei dati tra Ausl e scuole

Saranno dunque le scuole entro il 10 ottobre a inviare gli elenchi degli iscritti alle Ausl, che segnaleranno entro il 20 ottobre solo gli alunni non in regola

C'è l'accordo tra Regione e Ufficio scolastico dell'Emilia-Romagna per semplificare le procedure legate all'obbligo vaccinale. Saranno dunque le scuole (hanno una settimana di tempo) a inviare gli elenchi degli iscritti alle Ausl, che segnaleranno solo gli alunni non in regola.

Le modalità da seguire sono state inviate oggi ai presidi degli istituti primari e secondari di primo e secondo grado, con una lettera congiunta firmata dal direttore dell'Usr, Stefano Versari, e dall'assessore regionale alla Sanità, Sergio Venturi. Entro il 10 ottobre, i presidi (o persone da loro incaricati) invieranno ai referenti della propria azienda sanitaria gli elenchi degli iscritti, "al fine di consentire la verifica diretta della situazione vaccinale" di ogni alunno.

Come prescritto dal Garante della privacy, che a inizio settembre aveva dato l'ok a questa modalità, la comunicazione "dovrà riguardare unicamente i dati indispensabili" alla verifica sui vaccini. A loro volta, le Ausl avranno tempo fino al 20 ottobre per rispondere alle scuole segnalando "unicamente i nominativi degli alunni per i quali, per qualsivoglia motivazione, non si sia potuto appurare l'avvenuto adempimento dell'obbligo vaccinale", che saranno dunque "da esaminare".

Entro il 31 ottobre, gli istituti chiederanno dalle famiglie la documentazione prevista e in caso di mancata consegna segnaleranno gli inadempienti alle Ausl, "per i seguiti di competenza".Allo stesso tempo, le aziende sanitarie "avvieranno le procedure di loro competenza" per chi risulta non in regola coi vaccini.

In questi casi, "i genitori saranno convocati dall'Ausl per un colloquio informativo sulle vaccinazioni e per sollecitare a farle". Per le famiglie inadempienti, come prescrive la legge, saranno previste sanzioni economiche, non l'esclusione da scuola. Per i minori che invece hanno effettuato tutte le vaccinazioni, a partire dal 15 ottobre l'attestato potrà essere richiesto sia negli ambulatori vaccinali sia ai punti Cup, ma sarà anche possibile scaricarlo dal Fascicolo sanitario elettronico. Resta in ogni caso possibile presentare alla scuola anche una autodichiarazione sull'avvenuta vaccinazione, impegnandosi a consegnare tutta la documentazione entro il 10 marzo. Inoltre, potrà essere presentata anche una dichiarazione sostitutiva, che attesta la richiesta all'Ausl di poter effettuare le vaccinazioni obbligatorie mancanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

Attualità

Nuovo Dpcm: ecco le regole in vigore da domani al 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Chioschi a Bologna e provincia: la nostra mini guida

  • social

    Ricette antifreddo: la Zuppa boscaiola

  • Eventi

    "Playlist", il meglio dell'arte quando ArteFiera si ferma

Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento