Vaccini, oltre 100 i bambini 'sospesi' da materne e nidi

Il Comune ha però chiarito che non ci saranno agenti a presidiare gli ingressi delle scuole comunali

Sono 136 le posizioni vaccinali non in regola con i requisiti alla frequenza stabiliti dal Comune, riferite ad altrettanti bambini che quindi hanno visto interdetto l'accesso a nidi e materne comunali. Per le scuole d'infanzia il divieto di ingresso è già in vigore, essendo iniziate ieri lunedì 3 settembre, mentre per quanto riguarda i nidi bisognerà attendere la prossima settimana.

Palazzo D'Accursio sta ricontatttando uno a uno tutti gli 'irregolari', pe rinvitarli ancora una volta a regolarizzare la propria posizione: si tratta di circa 90 bimbi alle materne e 46 ai nidi. Per rientrare nelle aule, le famiglie dovranno dimostrare le avvenute vaccinazioni obbligatorie con almeno l'appuntamento già fissato con l'Ausl per la profilassi.

In ogni caso il Comune ha fatto sapere che non verranno messi in campo agenti di Pm a guardia degli ingressi alle scuole, situazioni che invece si sono verificate in altre regioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus : l'Università di Bologna sospende lezioni, esami e lauree

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • Bimbo di 2 anni resta chiuso in auto: passante spacca il vetro

  • "Appropriazione indebita": sequestrati 100 immobili a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento