Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Terza dose vaccini covid, si parte. Ausl: "E' una dose aggiuntiva, altra cosa rispetto a quella booster"

L'azienda sanitaria di Bologna fa chiarezza alla vigilia dell'avvio del nuovo step vaccinale: "Sulla dose “booster” il Ministero della Salute fornirà successive comunicazioni per definire ulteriori target che con progressività la riceveranno"

Nell’ambito della campagna vaccinale metropolitana è arrivata l’ora della terza dose , nello specifico quella che in gergo tecnico viene definita “dose addizionale”.

"In sostanza si tratta di una dose aggiuntiva - spiega l'Ausl - somministrata a completamento del ciclo vaccinale, al fine di garantire a specifiche categorie di pazienti vulnerabili un adeguato livello di risposta immunitaria. In particolare, i soggetti coinvolti saranno: trapiantati, pazienti oncologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure, pazienti con immunodeficienza primitiva o secondaria e pazienti in dialisi e/o con insufficienza renale cronica grave. Secondo le indicazioni ministeriali questa ulteriore dose potrà essere somministrata dopo almeno 28 giorni dall’ultima, con vaccino a mRna: Pfizer per gli over12 e Moderna per gli over18". 

Bordon (Ausl): "Siamo vicini al traguardo dell'85 per cento"

Terza dose vaccini, dal 20 settembre al via a Bologna: ecco per chi

Da lunedì 20 settembre, al via la somministrazione della “dose addizionale” per i pazienti trapiantati, con HIV e dializzati in carico all’Azienda ospedaliero-universitaria al Sant’Orsola, per i pazienti dializzati in carico all’Azienda USL di Bologna presso il centro Dialisi dell’Ospedale Maggiore e dell’Ospedale Bellaria, e per pazienti oncologici o con malattie reumatologiche presso l’IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli.

Corsa ai vaccini per studenti, a San Pietro in Casale e Crevalcore accesso diretto

Terza dose vaccini covid, come funzionano le prenotazioni

In questi giorni, infatti, i centri specialistici delle Aziende sanitarie di Bologna stanno provvedendo a una chiamata attiva (telefonica) rivolta ai pazienti che hanno in carico e che sono oggetto di questa immunizzazione. Avvisa l'azienda sanitaria, aggiungendo che nel corso della prossima settimana, una volta completati gli elenchi di tutti i pazienti eleggibili (secondo la circolare del Ministero della Salute del 14/9), l'Ausl inizierà l’invio degli sms per proporre ai cittadini interessati una data di appuntamento in una delle tre Aziende della città metropolitana ( Azienda USL di Bologna, IRCCS Policlinico di Sant’Orsola, IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli). Si prediligerà la somministrazione presso l’Azienda sanitaria in cui il paziente è in carico.

Terza dose (o dose addizionale) diversa dalla dose booster, Ausl fa chairezza

"Con riferimento alla circolare ministerialem precisa infine Ausl, la “dose addizionale” si distingue dalla “dose booster”: quest’ultima viene somministrata dopo almeno 6 mesi dall’ultima dose al fine di mantenere nel tempo (o ripristinare) un adeguato livello di risposta immunitaria in soggetti ad alto rischio: over80 o con esposizione professionale al coronavirus. Si specifica infine che il Ministero della Salute fornirà successive comunicazioni per definire ulteriori target che con progressività riceveranno la dose booster."

Vaccini e contagi in Emilia-Romagna, come è cambiata la curva epidemiologica

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terza dose vaccini covid, si parte. Ausl: "E' una dose aggiuntiva, altra cosa rispetto a quella booster"

BolognaToday è in caricamento