Vaccino anti-Covid, la sperimentazione al Sant'Orsola: "Al via il reclutamento dei volontari fra gli operatori sanitari"

Il professor Pierluigi Viale, primario dell'Unità operativa di malattie infettive, spiega: "I 300 volontari non devono essere mai entrati a contatto con il virus". Saranno 300, a 100 verrà somministrato il placebo

Lo aveva annunciato il governatore Stefano Bonaccini e il Policlinico Sant'Orsola conferma la notizia: dopo un reclutamento interno all'ospedale, saranno reclutate 300 volontari (operatori sanitari e quindi soggetti a rischio mai entrati a contatto con il virus) per il vaccino anti-Covid di Oxford-AstraZeneca. Una sperimentazione cosiddetta "a doppio cieco".

Che significa? Che sarà somministrato il vaccino ad alcuni (200 di loro) e un placebo ad altri (100 persone), ma entrambe le categorie non sapranno quale dei due gli sia stato dato. L'ospedale di Bologna rappresenta il "braccio" di questa sperimentazione e fra il Sant'Orsola e l'Università di Oxford/Irbm di Pomezia c'è un accordo di riservatezza: i tempi sono stretti e i test verranno effettuati entro la fine del 2020. 

Il vaccino Pfizer spiegato dal ricercatore Unibo: "Funziona in modo preciso, il limite è la durata dell'immunità"

Il professor Pierluigi Viale, primario dell'Unità operativa di malattie infettive del Policlinico Sant'Orsola, ha spiegato ai microfoni dell'Ansa che la sperimentazione del vaccino anti-Coronavirus di Oxford-AstraZeneca partirà a dicembre in attesa del nullaosta definitivo del Comitato etico dell'ospedale Spallanzani di Roma: "Saranno operatori senza una storia Covid accertata e che quindi non hanno mai contratto il virus. Le somministrazioni avverranno in ambulatori specifici con il coinvolgimento della medicina del lavoro".

I numeri dell'Emilia-Romagna e di Bologna nell'ultimo bollettino

Il team che si occuperà della sperimentazione, delle inoculazioni e dei prelievi del sangue per le analisi di follow-up che durano due anni, sarà composto da un minimo di 10 a un massimo di 12 persone e, sempre come riferisce Viale, i centri di Bologna e di Modena sono fra i 7 in Italia selezionati per la sperimentazione di fase 3 del vaccino Oxford-AstraZeneca. Gli altri al momeneto non sono ancora stati resi noti. E per il Sant'Orsola, naturalmente "Contribuire ai test è motivo di orgoglio". 

Vaccino covid, in Emilia-Romagna individuati i luoghi di stoccaggio e somministrazione. Prime dosi in arrivo nei prossimi mesi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

  • Coronavirus, i casi del 13 gennaio: calano i contagi a Bologna e in Emilia-Romagna

Torna su
BolognaToday è in caricamento