rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Ok Ema al vaccino anti-covid: Cotabo e Saca si offrono per il trasporto rapido

Disponibili anche a creare una rete che coinvolga anche altre realtà dell'Emilia-Romagna. La proposta è già stata avanzata sia in sede di Città metropolitana

"Sappiamo che ci potranno essere problemi logistici per la consegna dei vaccini e, al tempo stesso, i mezzi dei nostri soci sono fermi, possiamo mettere a disposizione, già dai prossimi giorni, numerosi veicoli che potrebbero essere utilizzati per le consegne rapide di vaccini, dotandoli di strumenti portatili e sigillati per il trasporto in sicurezza". Riccardo Carboni e Alessio Passini, rispettivamente presidenti di Cotabo e Saca si candidano al trasporto del tanto atteso vaccino anti-covid, in distribuzione dalla fine dicembre, in contemporanea in tutti i paesi UE. 

Vaccino anti-covid, la Regione: "Le prime 184mila dosi a inizio gennaio"

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, annuncia che “l'agenzia europea del farmaco ha dato l'ok al vaccino Pfizer Biontech. E’ la notizia che aspettavamo. La battaglia contro il virus è ancora molto complessa, come dimostrano anche le ultime notizie provenienti da Londra, ma avere a disposizione un vaccino efficace e sicuro apre una fase nuova e ci da più forza e fiducia”.

"Si tratterebbe di una scelta che permetterebbe di raggiungere il doppio obiettivo di accelerare la distribuzione dei vaccini, permettendo un rapido ritorno alla normalità, e di dare ossigeno ad un comparto in forte sofferenza" continuano di presidenti che potrebbero trasportare i vacini dagli hub di stoccaggio ai punti in cui saranno eseguiti le vaccinazioni nel territorio di Bologna.

Cotabo e Saca si dichiarano disponibili a creare una rete che coinvolga anche altre realtà dell'Emilia-Romagna. La proposta è già stata avanzata sia in sede di Città metropolitana, al tavolo di crisi del settore trasporto persone recentemente aperto, sia in Regione.

Ordine dei Medici: "Due le somministrazioni, sarà fondamentale non sprecare le dosi"

Anche a Bologna la vaccinazione parte con il personale ospedaliero: "Dovrebbe iniziare il 28 dicembre con le prime 300 vaccinazioni, e nelle prossime ore individueremo, con il direttore generale dell'Ausl di Bologna, Paolo Bordon, le sedi per vaccinare il personale, inteso come tutti i dipendenti che ruotano attorno al mondo-ospedale". Lo ha annunciato la direttrice generale del Policlinico Sant'Orsola-Malpighi, Chiara Gibertoni, aggiungendo che "la vaccinazione sistematica di tutti gli operatori dovrebbe partire il 2 gennaio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ok Ema al vaccino anti-covid: Cotabo e Saca si offrono per il trasporto rapido

BolognaToday è in caricamento