rotate-mobile
Cronaca

Covid, anche i turisti possono vaccinarsi in Emilia-Romagna

Basterà presentare il certificato dell’Asl dove sono state somministrate le precedenti vaccinazioni. A Bologna quasi 14mila prenotazioni per la quarta dose

Anche per la stagione turistica 2022 conferma la disponibilità alla vaccinazione anti-Covid19 ai cittadini non residenti che hanno scelto la nostra regione per trascorrere le vacanze: basterà presentare il certificato vaccinale dell’Asl dove gli sono state somministrate le precedenti vaccinazioni e la relativa documentazione sanitaria per la valutazione della somministrazione del second booster.

I non residenti potranno quindi completare il ciclo vaccinale primario, la prima dose booster e se richiesto il secondo booster

“L’Emilia-Romagna - osserva l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini – rinnova l’impegno a garantire la possibilità di vaccinarsi contro il Covid anche per i turisti che scelgono la nostra regione per trascorrere le vacanze, dall’Appennino alla Riviera. È uno sforzo organizzativo importante, ma sappiamo bene che il buon andamento della campagna vaccinale è determinante in vista dell’autunno, quindi mettiamo in campo tutte le azioni necessarie”.

"La vaccinazione verrà registrata in modo tale da garantire l’aggiornamento della Certificazione verde COVID-19 (EU Digital Covid Certificate)" fa sapere la Regione che nel frattempo è impegnata nella somministrazione della quarta dose da mercoledì 13 luglio. 

Chi può fare la quarta dose e quando

Come specifica la stessa circolare ministeriale, per la somministrazione della seconda dose di richiamo deve essere trascorso un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla prima dose di richiamo o dall’ultima infezione successiva al richiamo (fa fede la data del test diagnostico positivo), sia nel caso degli over 60, sia per i fragili dai 12 anni in su, cioè con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti, come ad esempio la disabilità grave, la sindrome di Down, la fibrosi cistica e altri tipi di condizioni, il cui elenco completo è stato definito dal ministero . Per i 12-17enni sarà utilizzato solo il vaccino Comirnaty (BioNTech-Pfizer), per i maggiorenni entrambi i vaccini a mRNA (Comirnaty di Pfizer-BNT e Spikevax di Moderna).  

Come prenotare

Per le prenotazioni sono aperti tutti i consueti canali: sportelli Cup, Cupweb, FarmaCUP, Cuptel, Fascicolo sanitario elettronico, app ER-Salute. Inoltre, le Aziende sanitarie invieranno un sms alla platea di persone interessate da questa nuova fase vaccinale.

Le vaccinazioni saranno effettuate dai medici di medicina generale nei propri ambulatori o presso punti concordati con le Ausl di riferimento, e dai servizi aziendali presso luoghi di prossimità come le Case della salute e gli Hub vaccinali ancora attivi. Inoltre, per i cittadini di età pari o superiore ai 60 anni che non rientrino nelle condizioni di elevata fragilità individuate dal Ministero, sarà possibile effettuare la vaccinazione anche presso le farmacie convenzionate aderenti alla campagna vaccinale.

La seconda dose booster - come specifica la circolare - è raccomandata tenendo conto “sia dell’attuale condizione di aumentata circolazione virale con ripresa della curva epidemica, associata all’aumento dell’occupazione di posti letto nelle aree mediche e, in minor misura, nelle terapie intensive, sia delle evidenze disponibili sull’efficacia della seconda dose di richiamo nel prevenire forme gravi di Covid 19 sostenute dalle varianti maggiormente circolanti”.

Ribadita anche la priorità assoluta della campagna vaccinale, cioè mettere in massima protezione tutti i soggetti che non hanno ancora ricevuto né il ciclo di protezione primaria, né la prima dose di richiamo.

Quarta dose a Bologna

Martedì 20 luglio sono stati inviati altri 15000 sms per la chiamata attiva alla quarta dose dei 12-59enni fragili, che si aggiungono agli 8000 sms inviati precedentemente che hanno registrato un’adesione circa del 20% . Cliccando sul link riportato nell'sms, questo target potrà prenotare direttamente l’appuntamento nello stesso modo con cui ha prenotato le vaccinazioni anticovid nelle precedenti fasi della campagna vaccinale. A ieri alle 17, si registrano in totale 13874 prenotazioni sul territorio dell’Azienda USL di Bologna per la somministrazione della quarta dose del vaccino anti-Covid, di cui  1014 prenotazioni registrate solo nella giornata di oggi. Di queste ultime sono 379 le prenotazioni di 60-69enni, 476 di 70-79enni e 159 di over80.

Posti saranno disponibili presso l’hub di Casalecchio di Reno, a cui se ne aggiungeranno presso altre sedi distrettuali. Si ricorda che le quarte dosi potranno essere eseguite anche dai Medici di Medicina Generale aderenti all’accordo aziendale, che continueranno a dare, anche in questa fase, un grande supporto alla campagna vaccinale. Inoltre, per i cittadini di età pari o superiore ai 60 anni che non rientrino nelle condizioni di elevata fragilità individuate dal Ministero, sarà possibile effettuare la vaccinazione anche presso le farmacie convenzionate aderenti alla campagna vaccinale.

La seconda dose booster - come specifica la circolare - è raccomandata tenendo conto “sia dell’attuale condizione di aumentata circolazione virale con ripresa della curva epidemica, associata all’aumento dell’occupazione di posti letto nelle aree mediche e, in minor misura, nelle terapie intensive, sia delle evidenze disponibili sull’efficacia della seconda dose di richiamo nel prevenire forme gravi di Covid 19 sostenute dalle varianti maggiormente circolanti”.

(In fila al centro vaccinale - Foto archivio)

Covid Emilia-Romagna, l'ultimo bollettino 

Quarta dose. Pandolfi: "Fragili, over 70 e 60enni a rischio contagi" | VIDEO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, anche i turisti possono vaccinarsi in Emilia-Romagna

BolognaToday è in caricamento