Youssef Zaghba, il terzo attentatore visto dalla stampa estera

Una racolta di immagini dai siti delle maggiori testate inglesi e americane. Rimarcata la sua partenza dall'Italia, ma la polizia britannica venne avvisata

Una selezione di articoli della stampa estera sul terzo attentatore di Londra, identificato come Youssef Zaghba, cittadino italo-marocchino 22enne che assieme ad altre due persone ha ucciso 7 passanti e ferito altre 48 persone ai mercati Borough di Londra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In diversi contenuti spunta il collegamento con l'Italia, e con il dato che il giovane, dopo essere stato fermato nel marzo del 2016 all'aeroporto di Bologna e accusato di terrorismo internazionale, è stato poi rilasciato ma segnalato all'Interpol e alle autorità britanniche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Liceo Galvani, lutto al rientro a scuola: è morto il prof Stefano Tampellini

  • Soccorsi all'alba in via Emilia Levante: nulla da fare per un ragazzo di 20 anni

  • Lo storico bassista di Vasco Rossi, Claudio Golinelli detto "il Gallo" ha subito un trapianto al fegato

  • Coronavirus nel bolognese, un caso a Longara di Calderara di Reno: "34 ragazzi in isolamento"

  • Aggressione in casa: tenta violenza sessuale, lei scappa in strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento