menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltrattamenti anziani, la Lega: "Scoperti non dai servizi sociali, ma dai Carabinieri "

Le reazioni dopo gli arresti da parte dei Carabinieri dei NAS

"In un periodo drammatico sotto il profilo sanitario, come quello che stiamo vivendo, in cui giorno dopo giorno si fa sempre più evidente la necessità di tutelare i soggetti deboli e fragili, apprendere di una nuova indagine dei Carabinieri del Nas di Bologna, su quanto accadeva in una casa di riposo di Valsamoggia, lascia davvero sgomenti". Così Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia che sollecita "un tavolo di confronto per stabilire modalità efficaci per prevenire questi terribili e intollerabili episodi: maggiori controlli e regole più stringenti per la concessione delle autorizzazioni, verifiche periodiche del rispetto degli standard qualitativi, obbligo di installazione di videocamere per le strutture di nuova apertura e adeguamento per quelle già esistenti. Non è più tollerabile rinviare ulteriormente iniziative normative che consentano di mettere al sicuro i nostri anziani: questo deve essere un obiettivo comune, al di là delle ideologie e del colore politico".

Maltrattamenti nelle case di riposo: blitz dei Nas, scattano arresti 

"Ancora una volta - gli episodi di maltrattamenti sono stati scoperti - non a seguito dell'attività di controllo da parte dei Servizi socio-sanitari territoriali - che ne hanno la titolarità e l'obbligatorietà - bensì grazie alla solerzia delle Forze dell'Ordine e dei sanitari che hanno avuto in cura gli anziani nelle diverse strutture ospedaliere”. Lo dichiarano i consiglieri regionale della Lega di Bologna e Modena, Michele Facci e Stefano Bargi hanno commentato il blitz dei carabinieri che portato all’arresto della titolare di una struttura per anziani e di tre sue collaboratrici che tra Valsamoggia e Zocca durante la prima fase del lockdown e secondo le accuse hanno sottoposto a violenze gli anziani ospiti.

“Nel ringraziare gli inquirenti per avere portato alla luce l'ennesimo episodio di mala assistenza nelle strutture accreditate, e nell'auspicare che venga fatta piena giustizia su questa incredibile e drammatica vicenda – hanno aggiunto i consiglieri del Carroccio Facci e Bargi - riteniamo sia giunto il momento di una modifica delle disposizioni e delle norme che disciplinano la gestione di queste 'residenze', evidentemente troppo permissive ed elusive dei controlli da parte della Pubblica amministrazione”, hanno concluso.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

Attualità

Nuovo Dpcm: ecco le regole in vigore da domani al 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Chioschi a Bologna e provincia: la nostra mini guida

  • social

    Ricette antifreddo: la Zuppa boscaiola

  • Eventi

    "Playlist", il meglio dell'arte quando ArteFiera si ferma

Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento