Cronaca

Furti in Valsamoggia, blitz in caseificio e banca: ora si raccolgono firme per un piano sicurezza

L'ultimo furto, da oltre 3mila euro, ai danni del Caseificio Valsamoggia. Negli ultimi il territorio avrebbe visto crescere il numero di furti e rapine: parte raccolta firme per chiedere un piano sicurezza

L'ultimo furto è avvenuto la notte tra lunedì e martedì. Dopo aver divelto il cancello dello stabilimento di produzione del Caseificio Valsamoggia, in via di Vagno, i ladri si sono introdotti all'interno e hanno rubato diverse forme di formaggio per un valore di oltre 3mila euro.

Sempre nello stesso territorio, una rapina alla Bper di via Mazzini il 7 gennaio: due individui con il volto travisato si sono introdotti nella filiale, hanno costretto i dipendenti ad aprire la cassaforte e si sono fatti consegnare il denaro. Il bottino potrebbe aggirarsi sopra i 100mila euro.

Secondo la Lega Nord, il nuovo Comune, nato dalla fusione di Monteveglio, Crespellano, Bazzano, Castello di Serravalle e Savigno, con oltre 30 mila abitanti, negli ultimi 8 mesi Valsamoggia avrebbe visto crescere il numero di furti e rapine e chiede il coinvolgimento di istituzioni, commercianti e cittadini. Oggi infatti, dalle 9 alle 12, il Carroccio ha organizzato un banchetto in Piazza del Mercato a Monteveglio, alla presenza del consigliere regionale Daniele Marchetti, per una raccolta firme per un "piano sicurezza"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti in Valsamoggia, blitz in caseificio e banca: ora si raccolgono firme per un piano sicurezza

BolognaToday è in caricamento