Picchia la nipote e minaccia i carabinieri: 36enne in arresto

A un Carabiniere avrebbe detto: “Userò 400 euro per acquistare una pistola e ucciderti”. Due militari contusi durante l'arresto

I carabinieri sono intervenuti per una lite in famiglia a Vergato, arrestando poi un 37enne. E' successo qualche sera fa nel paese dell'Appennino, in una abitazione privata. A chiamare i militari una ragazza, nipote dell'arrestato che ha raccontato come l'uomo, poco prima la avesse percossa per poi minacciarla con un cacciavite.

Alla vista dei militari il 36enne, gravato da precedenti di polizia, li ha aggrediti e minacciati di morte. A un Carabiniere avrebbe detto: “Userò 400 euro per acquistare una pistola e ucciderti”. Sono dovuti intervenire anche i sanitari del 118 per riportare alla calma il soggetto che non aveva alcuna intenzione di tranquillizzarsi.

Tornato alla calma, l’abanese è stato arrestato e tradotto in caserma, in attesa della videoconferenza con l’Autorità giudiziaria. Durante le operazioni di arresto, due Carabinieri sono rimasti lievemente feriti. In sede di giudizio direttissimo, l’arresto è stato convalidato e l’aggressore è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa della sentenza posticipata per la richiesta dei termini a difesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento