Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Navile / Via Barbieri Giovanni Francesco

Via Barbieri, rapina al "compro oro": ladro tradito da un cerotto sulla mano

Due giovani, un marocchino e un palermitano, avevano rapinato il negozio a volto scoperto. Ma un certotto per coprire il tatuaggio e le foto segnaletiche portano all'arresto

"Sappiamo dove abiti", le hanno detto prima di fuggire, intimandole di non dare l'allarme: strattonando, minacciando anche con la pistola una commessa 36enne, due rapinatori il 20 marzo erano entrati nel negozio di "compro oro" di via Barbieri arraffando circa 20mila euro, oltre alla borsa della donna.

Ma è stato un cerotto che uno dei due aveva sulla mano destra per coprire un tatuaggio a tradirli: probabilmente sapevano che c'erano telecamere. Si tratta di Nabil Radouani, 25 anni, marocchino: gli investigatori hanno infatti notato il particolare dalle riprese e sono risaliti ad uno dei due presunti autori, dopo aver confrontato le immagini con i 400 pregiudicati presenti negli archivi con la mano tatuata. Lo straniero aveva già commesso altre rapine simili e in particolare nel 2009, in un caso, con il complice, Carmelo Andolina, palermitano di 23 anni. La polizia così è risalita anche a lui.

Nelle loro case sono stati trovati vestiti utilizzati per la rapina, fatta tra l'altro a volto scoperto. E' stata la stessa commessa a riconoscerli con sicurezza, confermando l'intuizione dei poliziotti, da un album fotografico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Barbieri, rapina al "compro oro": ladro tradito da un cerotto sulla mano

BolognaToday è in caricamento