menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esplosione alle ex scuole Carracci, operai feriti nei guai

Palazzo d'Accursio rende noto che gli uomini al lavoro nei locali investiti fanno parte di una associazione convenzionata, ma solo per attività di custodia e non per fare lavori

"La presenza e l'attività svolta dai due operatori questa mattina nell’immobile non era stata concordata" e pertanto il Comune "procederà con una denuncia rispetto all’episodio odierno".

E' una nota di Palazzo D'Accursio a scandire la precisazione su quanto avvenuto stamane in via Felice Battaglia, quando diversi residenti hanno chiamato i Vigili del fuoco e la Polizia per via di un boato seguito alla esplosione all'interno delle ex scuole in disuso Carracci.

Secondo quanto ricostruito da Polizia e Polizia Municipale, al momento dell'incidente i due uomini stavano tagliando con un flessibile un tubo della caldaia generale della scuola. L’erogazione del gas all’interno dell’edificio è chiusa ma, con tutta probabilità, le scintille provocate dall’utilizzo del flessibile sono venute a contatto con del gas residuo che ha provocato una fiammata e poi un incendio nel locale caldaia che ha reso necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco, fiamme domate in pochi minuti. 

I due operai feriti però non potevano stare lì. Infatti entrambi risultano operatori dell'associazione El Ishan, che da diversi anni ormai collabora con il comune per la custodia e lo sgombero di occupanti da locali vuoti e in disuso.

L'accordo tuttavia -scrive Palazzo D'Accursio in una nota -non prevede l'assegnazione di alcuna attività diversa da quelle sopra descritte e prevede che ogni accesso occasionale, finalizzato alle attività assegnate, vada concordato con l’amministrazione.

"L’episodio odierno -conclude il Comune- non è in alcun modo ascrivibile all'accordo sottoscritto. La demolizione dell'edificio è stata oggetto di un complesso progetto da parte degli uffici tecnici comunali e di una gara in corso per la ricerca dell'impresa che attuerà l'intervento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento