Via dei Bersaglieri, pipì davanti alla caserma: multa da capogiro a due studenti

Per un ragazzo e una ragazza è scattata una sanzione di 3.333 euro a testa

"Non sapevamo che urinare in strada fosse vietato". Così si sono giustificati due studenti, una ragazza di 21 anni e un ragazzo di 20, quando hanno visto i Carabinieri. 

E' accaduto questa notte intorno alle 2, quando i militari addetti alla vigilanza della Legione Carabinieri Emilia Romagna, in via dei Bersaglieri, hanno sorpreso i due ragazzi che stavano urinando in compagnia, davanti all’ingresso della caserma intitolata a “Luciano Manara”. 

Fa pipì sul muro della Montagnola: multa da 5mila euro 

Sul posto quindi sono arrivati i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, ma i due hanno sminuito la vicenda, dicendo di non essere a conoscenza che urinare per strada fosse stato vietato. Per i due studenti è scattata una sanzione di 3.333 euro a testa.

Un 21enne di Crevalcore era finito nei guai per vilipendio della Repubblica, delle Istituzioni costituzionali e delle forze armate. Quando i Carabinieri, nel corso dei servizi di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, hann controllato un gruppetto di giovani, invitandoli a seguirli al comando, uno di loro aveva urinato sul muro della caserma, sorridendo alle videocamere di sorveglianza.

Cosa dice la legge

Urinare in strada non è più reato, come prevedeva l'articolo 726 del Codice Penale, "Atti contrari alla pubblica decenza". Dopo il decreto sulla depenalizzazione del 2016, è considerato illecito amministrativo. Si rischia però una multa salatissima, fino a 10.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento