menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchiato in strada, chiama il 113: "Sono stati i miei colleghi di lavoro"

Un giovane ha indicato ai poliziotti due persone che, bloccate, hanno poi ammesso le percosse

Picchiato dai colleghi, e lasciato in strada sanguinante. E' la denuncia di un 40enne che ieri mattina ha chiamato il 113 dal luogo dell'aggressione. Il giovane, cittadino marocchino, all'arrivo delle volanti, intorno alle 6:50, ha spiegato la sua versione, indicando la direzione di fuga dei sui assalitori. Gli agenti si sono messi alla ricerca dei due, e alla fine hanno individuato nello stesso quartiere due persone che corrispondevano alle descrizioni fornite dalla vittima. 

Incalzati dalle domande dei poliziotti, entrambi i ragazzi, due connazionali di 35 e 29 anni, hanno ammesso i fatti, confermando di essere impiegati nella stessa azienda edile. Per i due è scattata una denuncia a piede libero per lesioni personali.

Morto a 55 anni dopo una rapina in via della Beverara: mistero da sciogliere

Nelle settimane precedenti -ma i fatti sono emersi solo recentemente- un altro uomo è stato portagonista di una aggressione violenta sempre in via della Beverara, un pestaggio che ha portato poi alla morte della vittima dopo 40 giorni di agonia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento