rotate-mobile
Cronaca Savena / Via Paganino Bonafede

Due truffe "flop" ad anziani: falsi tecnici smascherati e a mani vuote

La solita tecnica dei finti addetti ai controlli: spostare gli oggetti in metallo e i preziosi che 'interferiscono' con gli apparecchi. Ma questa volta è andata buca

Questa volta le anziane vittime hanno capito di avere a che fare con un truffatore così due "colpi" sono andati a vuoto.

Il primo episodio ieri mattina in via Bonafede, zona Mazzini: una pensionata di 78 anni ha fatto entrare in casa il solito "tecnico" che, sostenendo di dovere fare un controllo ai termosifoni, ha invitato la donna a mostrargli la cassaforte e poi a svuotarla, per togliere gli oggetti in metallo che avrebbero 'interferito' con il suo apparecchio. Per fortuna l'anziana aveva dimenticato la combinazione di apertura e per farsela ricordare ha telefonato alla figlia, che ha subito messo in guardia la madre e si è fatta passare il presunto tecnico. L'uomo ha capito di essere stato smascherato e si è allontanato.

Un caso simile si è verificato nel pomeriggio in via Calori, zona Lame: un altro truffatore che si è spacciato per addetto di Hera e ha tentato di prendere di mira una coppia di coniugi 75enni. Con le solite scuse di un controllo all'impianto e di interferenze, stava convincendo la donna a mettere in un sacchetto tutti gli oggetti in oro, ma il marito si è insospettito e ha chiamato il 113. A quel punto il finto tecnico ha desistito ed è andato via. Gli autori dei due tentativi di truffa, sui quali indaga la polizia, sarebbero persone diverse: il primo è stato descritto come un uomo sui 50-55 anni piuttosto robusto, il secondo come un trentenne con i baffi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due truffe "flop" ad anziani: falsi tecnici smascherati e a mani vuote

BolognaToday è in caricamento