menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contro le 'scuole pericolanti', blitz degli studenti in Provveditorato

Incursione del Collettivo Autonomo Studentesco in via De Castagnoli. I manifestanti hanno incollato segnali di pericolo e circondato di nastri da cantiere la sede MIUR. Così per "simboleggiare le condizioni edilizie delle nostre scuole, ignorate dalle istituzioni'

Blitz del Collettivo Autonomo Studentesco quest'oggi presso il Provveditorato di via De Castagnoli. I manifestanti hanno incollato segnali di pericolo e circondato di nastri da cantiere l'edificio, al cui interno vi è la sede MIUR di Bologna. Si tratta di un'azione simbolica per denunciare " le condizioni edilizie delle nostre scuole, pericolose per gli studenti e non solo, che vengono ignorate dalle istituzioni". Così spiegano gli studenti in una nota, sfogandosi contro il Ministero dell'istruzione. "Invece di stanziare fondi per rimettere in sicurezza gli edifici - accusano -  il ministero recentemente ha addirittura condonato un milione e 300mila € di debiti che aveva con le scuole. Per coprire questi debiti sono stati usati i contributi volontari degli studenti che sarebbero dovuti essere impiegati per migliorare l'offerta formativa, ci troviamo invece con scuole pericolanti e svilite di qualsiasi attività al di fuori della didattica basilare.'

Per questo gli studenti hanno aperto l'inchiesta "#lascuolacrolla" su facebook, cui seguirà il blocco delle scuole nella giornata del 27 Febbraio, lanciata a livello nazionale  contro le politiche scolastiche del Governo Renzi. "Da oggi - avvisa il collettivo -  saremo attivi per lanciare questa giornata di protesta nella maniera più efficace possibile. Pretendiamo risposte e soluzioni immediate da parte del ministero e delle istituzioni locali, daremo battaglia finchè le nostre scuole non saranno sicure."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento