Via del Borgo, 22enne morto dopo il crollo di un muro: cinque denunciati

Le indagini dei Carabinieri proseguono con la verifica delle eventuali responsabilità in merito sui contratti d’appalto e gli obblighi dei datori di lavoro

Un imprenditore 46enne, un ingegnere 56enne e due titolari di aziende edili, un 68enne e un 86enne italiani sono stati ritenuti responsabili, a vario titolo, dell'incidente in via del Borgo di San Pietro che ha portato alla morte dello studente 22enne Francesco Caiffa

Crollo in via del Borgo di San Pietro durante i lavori | VIDEO  

I fatti risalgono al 20 ottobre, quando, secondo la ricostruzione, il braccio meccanico di una betoniera ha colpito un muro che ha ceduto su una veranda dove si trovavano due ragazzi. Entrambi erano rimasti feriti, ma ad avere la peggio è stato Francesco Caiffa, le cui condizioni erano apparse subito gravi. Era stato ricoverato all'Ospedale Maggiore, dove era morto due giorni dopo. Il suo coinquilino aveva riportato alcune fratture. 

Le indagini dei Carabinieri, coordinate dalla Procura della Repubblica di Bologna, proseguono con la verifica delle eventuali responsabilità in merito alle violazione degli articoli del Decreto legislativo 9 aprile 2008 n. 81, in particolare, “Obblighi connessi ai contratti d’appalto o d’opera o di somministrazione” e “Obblighi dei datori di lavoro, dei dirigenti e dei preposti”.

Francesco muore a 22 anni. Il Comune: "Un dolore per tutta la città" 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento