menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentata violenza sessuale in via Dozza, il 28enne resta in carcere

Il Gip ha convalidato il fermo, l'uomo dovrà rimanere in carcere fino al processo. Nella notte tra il 30 e il 31 agosto la tentata violenza, scongiurata da un automobilista di passaggio

Aspetterà il processo rimanendo in carcere. Lo ha stabilito il Gip, al termine dell'udienza di convalida dell'arresto, nei confronti di del 28enne senza fissa dimora, protagonista di una aggressione a sfondo sessuale nei confronti di una donna di 38 anni, compiuta nella notte tra il 30 e il 31 agosto scorsi.

L'uomo, cittadino pakistano, è stato arrestato dopo esser stato fermato, poco lontano dal luogo dell'aggressione. A dare l'allarme al 112 alle 2:30 un automobilista che riferiva di aver visto nelle vicinanze di una siepe in via Giuseppe Dozza, zona Savena, un uomo dalla carnagione scura e con la barba nera e incolta, che stava schiaffeggiando una donna bloccata a terra.

Sul posto sono arrivate due pattuglie dei Carabinieri che hanno ammanettato il giovane. La donna di circa 40 anni è stata trasportata al Pronto Soccorso ed è stata dimessa con una prognosi di cinque giorni. Ai Carabinieri ha raccontato che, mentre stava tornando a casa, era stata raggiunta e molestata dal 28enne, poi era stata afferrata per un braccio e trascinata in una zona buia.

L'uomo le ha tappato la bocca e abbassato i pantaloni, tentando di violentarla. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, è stato tradotto in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento