menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imola, problema igienico in centro. Lega Nord: "Aspettiamo che qualcosa si muova"

E il consigliere Marco Casalini a denunciare la situazione già segnalata da molti imolesi: "Ci sono zone del centro storico che vengono usate per espletare bisogni fisici come urinare sul muro di una casa, lungo una strada, nascondendosi sotto un voltone"

"L'ennesima segnalazione e l'ennesima situazione. Un cesso a cielo aperto". Così Marco Casalini, Segretario Lega Nord sezione Imolese descrive documentando con alcune immagini una zona del centro storico di Imola utilizzata come 'bagno', oggi maleodorante e degradata. 

"Ci troviamo sempre in centro storico, sempre in via Giovanni da Imola - racconta attraverso una nota stampa il consigliere del Carroccio -  Ci sono zone del centro storico che vengono usate per espletare bisogni fisici come urinare sul muro di una casa, lungo una strada, nascondendosi sotto un voltone. Qui ormai arcinota la questione, si susseguono le segnalazioni.  La mancanza di controllo (i residenti hanno chiesto che si possa intervenire con telecamere),  la mancanza di pulizia a fondo ( i cittadini lamentano che lo spazzolamento della strada viene affettuato senza l'uso di acqua o prodotti per disinfettare),  la mancanza di volontà (i cittadini si sono resi disponibili per contribuire con manodopera o quattrini), l'assoluto menefreghismo nei confronti degli imolesi che gridano aiuto e sempre vengono lasciati soli, non contribuiscono al miglioramento della situazione".

"Come Lega Nord potremmo anche forzare la mano, potremmo anche organizzare una squadra di cittadini volonterosi per ripulire a fondo il tutto, potremmo utilizzare mille altre iniziative per andare sui giornali facendo bella figura per poi lasciare i residenti nella stessa situazione non appena li abbiamo abbandonati. Quello che vogliamo non è la foto sul giornale, quello che chiediamo è che si trovino soluzioni al problema. Se nulla accadrà ci impegneremo a breve a raccogliere firme tra i residenti per obbligare l'Amministrazione comunale a fare qualcosa. Non vogliamo arrivare a questo, non vogliamo uno scontro cittadino - istituzioni, in questo periodo quello che serve è buonsenso. Aspettiamo che qualcosa si muova".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento