rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca Centro Storico / Via dell'Indipendenza

Via Indipendenza, arrestata in strada dopo lite sul bus: condannato vigile urbano

La vicenda risale al settembre 2014, quando una donna fu portata via in manette dopo una lite con i controllori Tper

La ammanettarono e la portarono via dopo una lite sul bus contro gli accertatori Tper, ma quell'arresto non s'aveva da fare. Secondo quanto riportato dalla stampa locale, un vigile urbano è stato condannato a due mesi per arresto illegale, mentre è stato assolto assieme ad altri due colleghi per abuso d'ufficio.

I fatti risalgono al settebre 2014, quando la vittima, una donna allora 33enne cittadina camerunense, si rifiutò di mostrare i documenti agli accertatori Tper: ne nacque un litigio, culminato con l'intervento della Polizia Municipale e l'ammanettamento della donna.

In sede processuale poi fu il Gip a imporre alla Procura la formulazione di una imputazione, dopo che quet'ultima aveva chiesto invece l'archiviazione per tutti e tre i pubblici ufficiali indagati. Oggi invece è arrivata la condanna, con in aggiunta la corresponsione di 5mila euro di risarcimento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Indipendenza, arrestata in strada dopo lite sul bus: condannato vigile urbano

BolognaToday è in caricamento