Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Via Indipendenza

Passeggia in via Indipendenza, poi pugni e sputi per un cappello: 17enne aggredito

Un ragazzo gli toglie il capello e si allontana, lui cerca di recuperarlo. Ma dal gruppo lo aggrediscono e lo picchiano. Giovannini consiglia: "Non rischiare e memorizzare il volto"

Preso a pugni e sputi e rapinato del berretto a Bologna, nella centralissima via Indipendenza. E' successo nel pomeriggio di sabato scorso ad un ragazzo di 17 anni che passeggiava insieme ad un amico ed è stato aggredito da un gruppetto di giovani, probabilmente nordafricani.

Sull'episodio ha avviato indagini la Polizia. La vittima, bolognese, si è sentito sfilare il cappello e ha visto un ragazzo che si allontanava in fretta. L'ha quindi inseguito, chiedendo la restituzione. A quel punto sono però arrivati altri tre giovani, insieme ad una ragazza italiana. Uno di questi, ha sputato nella sua direzione e lo ha colpito con diversi pugni al volto.

Il gruppetto è fuggito, il ragazzo è stato medicato in ospedale e dimesso con una prognosi di otto giorni. "Capisco che è difficile non reagire, cercando di rientrare immediatamente in possesso di quanto è stato sottratto, tuttavia il rischio che al danno economico si sommi anche il danno fisico è sempre più elevato", ha detto il procuratore aggiunto Valter Giovannini, coordinatore del gruppo di pm che si occupa di criminalità comune.

"La cosa migliore da fare - è il consiglio di Giovannini, che altre volte si era espresso su fatti simili - è osservare con estrema attenzione l'autore del reato, cogliendo tutti i particolari utili, altezza, abbigliamento, presenza di tatuaggi, orecchini etc., chiamando quindi appena possibile il 113 o il 112, che svolgendo solleciti sopralluoghi, alle volte riescono ad individuare i responsabili dei furti o delle rapine da strada”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passeggia in via Indipendenza, poi pugni e sputi per un cappello: 17enne aggredito

BolognaToday è in caricamento