Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Via Irnerio

Sgombero Hobo: via Irnerio bloccata e scontri con le forze dell'ordine

Blitz delle forze dell'ordine nell'ex bar di via Filippo Re occupato dal collettivo. Sarebbero volate manganellate e calci, poi bidoni della spazzatura rovesciati e usati come barriere. Dionigi: 'Rispetto delle regole un dovere'. Hobo: 'Il rettore si dimetta'

Corteo su via Irnerio (foto Hobo) e corteo in via San Vitale

Dopo lo sgombero della scorsa settimana in via Irnerio, nuovo 'sfratto' oggi. Questa volta si tratta del collettivo Hobo fatto sfollare dalla Procura dall'ex bar del campus universitario in via Filippo Re.
Un'operazione condotta dalle Forze dell'ordine all'alba, quando i ragazzi del collettivo non erano all'interno dello spazio. In via Filippo Re si sono schierate due camionette dei Carabinieri per bloccare l'accesso all'ex bar (altre due della Polizia erano nei pressi) con una quarantina di agenti a presidio.

"Il rispetto delle regole e la garanzia di sicurezza è  un dovere per tutti, in primo luogo per le Istituzioni". Così il rettore di Alma Mater, Ivano Dionigi, commenta questa mattina a margine di una conferenza stampa in Ateneo lo sgombero di Hobo dall'ex bar del campus universitario in via Filippo Re.



SCONTRI CON LE FORZE DELL'ORDINE E VIA IRNERIO BLOCCATA. "È l'ennesima folle gestione e militarizzazione di un Ateneo fuori controllo", attaccano i ragazzi di Hobo, che dopo il blitz delle forze dell'ordine si sono mossi in corteo per le strade della città, fino a via Irnerio, dove si sono riversati poco dopo le ore 10, bloccando la strada.

Durante le operazioni di sgombero si sono registrati scontri tra il collettivo e le Forze dell'ordine. Gli studenti sgomberati si sono fatti avanti "per riprenderci lo spazio", l'ex bar che avevano occupato nelle settimane scorse, ma Polizia e Carabinieri li hanno respinti. La scena si è ripetuta per almeno quattro volte, la seconda delle quali avrebbe visto gli agenti ricorrere al manganello per far allontanare i giovani del collettivo. Qualche ragazzo avrebbe poi tentato una improvvisata azione in solitaria rifilando un calcio ad un agente.
Dopo la fase di scontri, il collettivo si è piazzato all'incrocio tra via Filippo Re e via Irnerio: in una ventina bloccano il traffico dopo aver rovesciato un cassonetto all'ingresso della strada che porta all'area universitaria come a formare una barriera rinforzata da un paio di tavoli.

Poco dopo mezzogiorno i ragazzi del collettivo Hobo, da via Irnerio sono partiti alla volta del rettorato in via Zamboni 33, minacciando di occuparlo. Una volta entrati in massa nella struttura, sono stati fermati da alcuni poliziotti in borghese che li hanno respinti verso l'uscita.

san vitale corteo hobo per loris-2Ci sarebbero alcuni feriti tra gli attivisti di Hobo, come rende noto lo stesso collettivo, sui social network, chiedendo le dimissioni del rettore dell'Alma Mater, Ivano Dionigi, al quale imputano la responsabilità dell'accaduto. "Cariche violente della Polizia- scrive il collettivo- alcuni studenti e studentesse feriti. Dionigi e Nicoletti, dimissioni". Sul web, Hobo ha pubblicato anche un breve video degli scontri con le Forze dell'ordine (video).

CORTEO POMERIDIANO. Nel pomeriggio nuovo corteo in segno di solidarietà per Loris, lo studente fermato in mattinata durante le operazioni di sgombero ad opera delle forze dell'ordine. Intorno alle 17 i manifestanti si sono riversati nel centro cittadino a suon di slogan e insulti. Poi  appresa la notizia del rilascio di Loris, la manifestazione si è sciolta con l'intenzione di svolgere un'assemblea in Ateneo.

PROCURA DURA. "E' doveroso perseguire le azioni illegali, ma alcune prese di posizione pubbliche che minimizzano le violenze non aiutano". Così il portavoce della Procura di Bologna, Valter Giovannini, in seguito allo sgombero odierno.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgombero Hobo: via Irnerio bloccata e scontri con le forze dell'ordine

BolognaToday è in caricamento