rotate-mobile
Cronaca Via Larga

Furto a segno con le figlie: vittima presa di mira nel parcheggio del Pianeta

Momenti concitati quando sono scattate le manette: tutti arrestati, denunciata anche la madre, accorsa poco dopo

Via la borsa dall'auto, mentre la signora stava riponendo la spesa. Solo che questa volta a commettere il gesto è stata la figliastra 31enne di un uomo di 45, che insieme con l'altra figlia di 17 sono stati tutti arrestati l'altro giorno dalla squadra mobile di Bologna, al termine di un furto sfociato in rapina al parcheggio del Pianeta di via Larga.

Vittima del gesto una signora settantenne, che ignara di tutto stava ricomponendo la spesa dal carrello all'auto. Osservati per tutti il tempo dal personale della mobile, è stata la 31enne a impossessarsi della borsa della donna, in un momento di disattenzione di quest'ultima, per poi guadagnare velocemente l'uscita dal parcheggio interrato.

Successivamente, sempre guardata a vista, la ragazza ha anche cercato di entrare al bancomat per prelevare dei soldi, ma senza riuscirsi. All’uscita dallo sportello, gli agenti la hanno circondata, mentre a poca distanza lo stesso capitava al padre che con l’altra figlia stava aspettando in auto. Ne è seguito un parapiglia, con la 31enne che ha opposto resistenza all'arresto, così come il 45enne.

Dopo qualche tempo, sul luogo dei fatti, è sopraggiunta anche la madre 52enne delle ragazze, che ha cominciato a inveire contro il personale della Mobile e delle volanti, riprendendo il tutto con il telefono. Proteste servite a poco, ato che per lei si è proceduto con una denuncia per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Per gli altri tre componenti della famiglia invece è scattato l'arresto, con accuse a vario titolo di furto in concorso, rapina, resistenza a pubblico ufficiale e indebito utilizzo di carte di credito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto a segno con le figlie: vittima presa di mira nel parcheggio del Pianeta

BolognaToday è in caricamento