Non c'è pace per le "Mobike": due tentati furti in poche ore, un arresto e tre denunce

Il 25 agosto, è stata un'altra giornata nera per le bici condivise

Foto archivio

A luglio l'assessore comunale alla mobilità, Claudio Mazzanti, aveva addirittura prospettato una possibile interruzione del servizio di bike sharing a causa dei numerosi vandalismi, ripresi a pieno ritmo dopo il lockdown.

Ieri, 25 agosto, è stata un'altra giornata nera per le "mobike". Nel pomeriggio, un cittadino aveva segnalato, un gruppo di 4 ragazzini che, con un arnese di metallo, avevano sbloccato due bici in via Marconi. Arrivati sul posto, gli agenti ne hanno rintracciati 3, tra i 15 e i 16 anni, denunciandoli per tentato furto in concorso e danneggiamento aggravato. Le due mobike sono state trovate abbandonate poco distante. 

Mobike a Bologna: incendi e danni alle bici condivise

Alle 22, i poliziotti del commissariato 2 Torri hanno udito dei colpi provenienti da Largo Trombetti, in zona universitaria. Si sono portati sul posto e hanno trovato un giovane, cittadino eritreo di 21 anni, che con un sasso aveva sbloccato una bici. Visti i suoi numerosi precedenti, è stato arrestato per tentato furto pluriaggravato. Il processo per direttissima è previsto per oggi, 26 agosto. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento