menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Via Masia, il Questore chiude il bar mal frequentato

Il 13 giugno l’arresto di due cittadini tunisini nonché alla denuncia di altri tre tunisini per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso fra loro

Provvedimento del Questore di Bologna disposto (ai sensi dell’art. 100 TULPS) che si è tradotto con la sospensione della licenza per la somministrazione di alimenti e bevande del “Masia Cafè”, locale ubicato in via Masia. 

Un arresto tre giorni fa

Il provvedimento, notificato ieri pomeriggio dal personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura, si è reso necessario alla luce dell’intervento effettuato presso predetto bar dai poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico in data 13 giugno 2018 che ha portato all’arresto di due cittadini tunisini nonché alla denuncia di altri tre tunisini per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso fra loro.

Eroina, cocaina e soldi fuori dal locale

I cinque sono stati sorpresi a spacciare all’esterno del bar, senza che la gestione provvedesse a contattare le Forze dell’Ordine, e, nello specifico, sono stati trovati in possesso di sostanza stupefacente del tipo cocaina ed eroina nonché di una grossa somma di denaro. Sono state pertanto sospese le autorizzazioni relative all’esercizio per la durata di 10 (dieci) giorni a partire dal 15 giugno u.s.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento