Via delle Moline da correggere, Colombo: "I dehors hanno invaso tutta la strada"

Per l'ex assessore occorre ripensare l'assetto della via

Foto FB Andrea Colombo

"I dehors straordinari concessi a seguito dell'emergenza Covid-19 hanno invaso tutta la strada e stanno provocando critiche di residenti e ciclisti". Lo scrive in una nota il consigliere comunale PD Andrea Colombo, già assessore alla mobilità del primo mandato del sindaco Merola.

Per Colombo occorre ripensare l'assetto dei via delle Moline, in zona universitaria "anche in vista del positivo progetto strutturale di  pedonalizzazione, garantendo un maggior equilibrio nell'uso dello spazio pubblico, cioè di tutti, tra pieni e vuoti, tra giusto sostegno al commercio in crisi per la pandemia, necessità di vita quotidiana degli abitanti e diritto di transito fluido e sicuro di pedoni e biciclette su un asse fondamentale di attraversamento del centro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma un paio sono le urgenze per il dem perché "in palese contrasto con le delibere di Consiglio, da me emendata in aula proprio su questo punto, e di Giunta, sul Piano straordinario dehors, e con il Codice della strada - sottolinea il consigliere: "Le fioriere, che ora creano un tappo agli ingressi soprattutto all'incrocio con via Borgo San Pietro, devono essere con urgenza riposizionate in modo da garantire al centro almeno due metri di spazio libero: la situazione attuale, come una sorta di check-point, provoca nei fatti degli assembramenti pericolosi agli accessi e l'impossibilità di rispettare il distanziamento fisico, violando le regole sanitarie - poi - l'ordinanza di traffico, che prevede il divieto di transito veicolare totale, mai visto prima a Bologna, va modificata ripristinando subito il passaggio delle biciclette e impedendo alla security privata di bloccare i ciclisti: per il Biciplan (il piano della mobilicità ciclabile - ndr), via Moline fa parte del principale itinerario per le due ruote interno al centro, lungo le mura del Mille, per cui è impensabile interromperlo o costringere chi si muove con la bici come mezzo di trasporto a scendere e portarla a mano".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm | Scuole, locali, palestre & co: ecco le nuove misure approvate

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +544 nuovi casi, boom a Bologna

  • Test sierologici gratuiti e rapidi, ecco l'elenco delle farmacie aderenti a Bologna e provincia

  • Bar e ristoranti, nuova ordinanza: fissato il termine di chiusure e riaperture

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • Incidente e incendio in A1: scontro tra camion e un morto, autostrada chiusa per quattro ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento