Cronaca Zona Universitaria / Via Giuseppe Petroni

Via Petroni, altro che coprifuoco: 'Serrande giù e dopo il passaggio dei vigili riaprono'

L'ordinanza di chiusura anticipata dei locali "crea solo sleale concorrenza, a pochi metri ci sono esercizi che dovrebbero chiudere e altri no". Avanza la proposta anti-bivacco: idranti per sfollare. Monti rivela: "Presto novità sul controllo del territorio'

Fatta la legge, trovato l'inganno. Benvenuti in Italia. Succede così anche a Bologna, dove gli esercenti avrebbero trovato il modo di aggirare il ''coprifuoco'' anti-degrado in via Petroni, dove i locali sono costretti a seguire orari di chiusura anticipato. "Ci sono esercizi commerciali che chiudono le serrande alle 23, aspettano che sia passata la Polizia municipale o le pattuglie miste, e poi riaprono". Così verrebbe disattesa l'ordinanza del sindaco per la chiusura anticipata dei locali.

La denuncia arriva dalla commissione odierna di Affari generali in Comune, dove il consigliere del quartiere San Vitale, Loris Folegatti, è intervenuto durante la discussione di due ordini del giorno sulla sicurezza in città e in zona universitaria presentati da Marco Lisei (Fi-Pdl) e Manes Bernardini (lega Nord). Per Folegatti, che si rivolge direttamente all'assessore alla Sicurezza e Legalita', Nadia Monti, presente in commissione, "serve un servizio dinamico piu' attivo", e poi "l'ordinanza crea solo sleale concorrenza, perche' a pochi metri l'uno dall'altro ci sono locali che dovrebbero chiudere e altri che possono rimanere aperti". Quindi meglio estenderla in tutta la zona.

Intanto, Lisei chiede di fare pressing su Hera perchè bagni piazza Verdi per "evitare i bivacchi" e anche di far uscire gli operatori per le pulizie non al mattino, ma la notte, in modo da mandare via prima chi sosta in zona. Da Fi e Lega arriva anche la richiesta di prevedere un'ordinanza per vietare di camminare con bottiglie in vetro "perchè sono delle armi potenziali" e di attivare le telecamere cittadine 24 ore su 24. Per Bernardini, insomma, "questa amministrazione sta dormendo ed e'' da quattro in pagella".

Dal canto suo, l'assessore Monti, nel replicare, spiega "non ci siamo affatto arresi", che un'ordinanza sul vetro "andrebbe verificata, perche' non so quanto possa essere efficace, specialmente sul versante dei controlli". Il Comune, aggiunge, "sta lavorando a diversi progetti", e poi "tra un mese gli assistenti civici completeranno i loro corsi di formazione". Pero', chiarisce "è difficile fare azioni di lungo periodo visto che molte sono legate al bilancio e che siamo praticamente obbligati ad andare in esercizio provvisorio".

Intanto, mentre vigili e Forze di Polizia "continuano a lavorare assieme", sul presidio del territorio "ci saranno delle novita' che pero' vanno discusse al comitato per la Sicurezza e l'ordine pubblico".


(agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Petroni, altro che coprifuoco: 'Serrande giù e dopo il passaggio dei vigili riaprono'

BolognaToday è in caricamento