menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Petroni: si masturba in aula-studio, assolto dal giudice

Accusato di essersi masturbato e di aver "sporcato" una ragazza. Per il Gup il fatto non sussiste

Solo atti osceni e non violenza sessuale per il 26enne calabrese che a febbraio del 2017 venne accusato di essersi masturbato all'interno di un'aula studio in via Petroni e di aver "sporcato" una ragazza.

Il giovane venne arrestato e poi rinchiuso ai domiciliari, ma il Gup Rossella Materia è stato assolto perchè il fatto non sussiste, mentre il pm aveva chiesto una condanna a due anni. Accolta dunque la tesi della difesa che ha insistito sulla mancanza di prove: la Procura infatti dispose una consulenza tecnica, che escluse la presenza di liquido seminale su una sedia, mentre gli abiti erano stati lavati. 

I FATTI. ?Alle 16.30 del 27 febbraio 2017 la giovane aveva raccontato che, dopo un approccio, il 26enne aveva iniziato a masturbarsi, uno studenti lo aveva inseguito e segnalato l'accaduto ad alcuni agenti della Polizia. La vittima intanto, sconvolta, era corsa a casa per togliersi di dosso le tracce di quella esperienza disgustosa. 

Poco dopo la Polizia aveva fermato il 26enne che è stato poi riconosciuto: soggetto già noto alle forze dell'ordine aveva fatto la stessa cosa lo scorso 4 maggio davanti a un asilo, così erano scattate le manette.   

"Purtroppo certe persone riescono a entrare lo stesso anche facendosi prestare il badge da qualcun'altro" aveva detto il custode della sala studio, ammettendo però che spesso è costretto a fermare estranei che si presentano davanti l'ingresso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento