rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca San Donato / Via Virginia Reiter

Via Reiter, residenti 'ostaggio' di tossici: 'Cortili e garage usati per bucarsi e spacciare'

Interrogazione alla Giunta regionale per chiedere di intervenire, come invocato da numerosi condomini, "circondati da tossicodipendenti e spacciatori di giorno e di notte". Foti: "Controlli in tutti gli Acer dell'Emilia-Romagna". Bignami: Si chiudano quei cortili

26 condomini dei palazzi Acer di via Reiter e di via Pezzana hanno scritto al Prefetto  per chiedere un intervento per ristabilire ordine e legalità nella zona situata subito dopo il ponte di San Donato, a due passi dal parco 'John Lennon-Charlie Parker". A detta dei condomini, "chi vive in quegli alloggi Acer è pressoché circondato da tossicodipendenti e spacciatori che di giorno e di notte utilizzano il cortile interno dei palazzi, così come i garage sotterranei, quali luoghi dove potersi bucare o spacciare".

Lo scrive Tommaso Foti (Fdi-An) in una interrogazione rivolta alla Giunta regionale per sapere se intenda "intervenire nei confronti dei responsabili di Acer Bologna al fine di chiudere l’accesso al cortile dello stabile con una cancellata, così come richiesto dai condomini".
Il consigliere vuole poi sapere quanti "casi analoghi alla stessa vicenda risultino essere stati segnalati o comunque conosciuti e quali iniziative risultino essere assunte per il ripristino della legalità e con quale esito". In particolare, Foti invita la Giunta a "richiedere ai presidenti di tutte le Acer dell'Emilia-Romagna, e in particolare a quello di Bologna, di volere disporre opportuni e periodici controlli negli immobili gestiti al fine di prevenire il formarsi di situazioni di degrado".

Alle parole di Foti, fanno eco quelle di Galeazzo Bignami. Anche il consigliere di FI ha segnalato alla Giunta il fatto che tossicodipendenti e spacciatori abbiano - secondo quanto denunciato dai residenti -  “il completo controllo della zona”, tanto che gli stessi cittadini avrebbero deciso di scrivere “per la quarta volta al Prefetto, oltre che alla stessa Acer”, che, tuttavia, non avrebbe ancora risposto

Il consigliere chiede quindi all'esecutivo regionale se sia a conoscenza dei fatti esposti e quale giudizio ne dia e vuole conoscere i motivi per cui Acer, a oggi, non abbia ancora risposto ai residenti. Oltre a invitare la Giunta a mettere in atto azioni per ripristinare la legalità nella zona, Bignami vuole sapere "se Acer Bologna sia intenzionata a chiudere gli accessi al cortile di quei palazzi, come da anni richiedono i residenti, e con quali tempistiche". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Reiter, residenti 'ostaggio' di tossici: 'Cortili e garage usati per bucarsi e spacciare'

BolognaToday è in caricamento