menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Rigosa: 'Ragazze seminude e rifiuti in pieno giorno', lo sfogo di una residente

In alcuni scatti si immortala una zona, quella tra Borgo Panigale e Zola Predosa, tristemente nota per il mercato del sesso in strada. 'Ma non si possono sanzionare i clienti?'

Via Rigosa, estrema periferia ovest di Bologna. Tra Borgo Panigale e Zola Predosa una strada, nota per il mercato del sesso low-cost e solo uno dei punti nella città dove si può comprare la compagnia delle ragazze. Un luogo le cui strade sono frequentate tendenzialmente da prostitute straniere, sovente cittadine nigeriane, giovanissime e vittime di tratta

E proprio da questa zona, intorno ad aree industriali e svincoli autostradali, che arriva lo sfogo di una residente, che si dice indignata per quanto accade e chiede soluzioni a un problema che la tocca da vicino.

"La situazione è peggiorata -spiega Simona- di giorno in giorno, nelle Vie Rigosa e Morazzo. Possibile che nessuno faccia nulla?". Il mercato della prostituzione si sarebbe fatto più esplicito, sfacciato, con "ragazze spesso senza nemmeno il pezzo di sopra (senza reggiseno, ndr), che lasciano carte, cartacce, indumenti, deiezioni e quant'altro, per strada".

Chi abita lungo le adiacenti di quella strada vede ogni giorno signori avvicinarsi in bicicletta per chiedere una prestazione sessuale a pagamento, e le ragazze li aspettano "su sedili di auto appoggiati per terra". 

"Ma possibile che si abbandoni al degrado più totale una zona di Bologna?" si chiede Simona, invocando la soluzione del Sindaco di Firenze Dario Nardella, che ha disposto una sanzione anche per i clienti del sesso a pagamento in strada, con la multa che arriverebbe a casa via posta


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento