Rissa e botte fuori dalla farmacia, ferita una donna: fioccano le denunce

Utilizzati nel parapiglia anche prodotti del punto vendita

Momenti concitati ieri pomeriggio fuori dalla farmacia Sant'Egidio di via San Donato. La polizia è dovuta intervenire per sedare una rissa, che ha via via coinvolto più persone ed è degenerata in strada.

Secondo una prima ricostruzione, tutto sarebbe originato per motivi non chiari tra una giovane donna e una ragazza, l'una di 22 anni, cittadina rumena e l'altra di 16, cittadina italiana. Il parapiglia è durato per diversi minuti: ai primi screzi delle due si sono aggiunti poi i parenti, le madri delle interessate, gli amici e il fidanzato della più giovane.

Nella colluttazione generale- come ricostruito dalle forze dell'ordine- sono volati calci e sputi, e son stati usati per le percosse anche una stampella e il bastone del dispenser del gel per le mani della farmacia stessa. Alla fine è stata la 22enne ad avere la peggio, riportando ferite giudicate guaribili in 10 giorni, dopo essere stata portata al pronto soccorso.

Alla fine sono dovute intervenire diverse volanti della polizia e anche l'ambulanza del 118 per riportare la calma. Non sarebbero  stati risparmiati anche epiteti e ingiurie nei confronti dei poliziotti. Al termine degli accertamenti a essere denunciati sono stati in tre: la madre della minorenne, una 40enne, per rissa e lesioni personali, la figlia anche per oltraggio a pubblico ufficiale, e il suo fidanzato per resistenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

Torna su
BolognaToday è in caricamento