Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca Centro Storico / Via San Felice

Via S. Felice, torna la truffa della cauzione: anziana derubata anche delle fedi nuziali

La solita figlia coinvolta in un incidente e la richiesta di 4.500 euro. Ma quando si è rifiutata di consegnare la scatolina con le fedi...

I malviventi che si approfittano delle persone più deboli non vanno in vacanza. Ieri, in via San Felice, ennesima truffa ai danni di una bolognese di 83 anni che alle 13 circa ha ricevuto la solita telefonata da parte di un uomo che chiedeva 4.500 euro per rilasciare la figlia, arrestata per aver causato un incidente con un'auto senza copertura assicurativa. 

L'anziana, con problemi di deambulazione, ha risposto di non potersi muovere di casa: "Nessun problema, verrà a casa sua il brigadiere Luca Brambilla" e che, essendo sprovvista di tutto il contante, avrebbe aggiunto ori e gioielli. E così è stato: oltre a 500 euro la vittima ha consegnato al sedicente militare in borghese, descritto come moro e italiano sui 30 anni, bracciale e catena d'oro, un orologio Rolex appartenuto al marito defunto, ma si è rifiutata di consegnare la scatolina con le fedi nuziali. Tutto inutile, il "Brambilla", approfittando di un momento di distrazione della donna, l'ha arraffata ed è uscito.  

Scoperto il "furto" di quello che evidentemente rappresentata il ricordo più caro, la 83enne si è insospettita e ha contattato la figlia che l'ha rassicurata sulle sue condizioni e ha chiamato il 113. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via S. Felice, torna la truffa della cauzione: anziana derubata anche delle fedi nuziali

BolognaToday è in caricamento