Via San Vitale, blitz femministe in farmacia: 'Togliete l'Iva dagli assorbenti'

La singolare iniziativa del gruppo 'L'otto tutti i giorni'. Ad alcuni negozi e farmacie sono stati affissi assorbenti con slogan contro la tassazione ai salva-slip: 'tassati come bene di lusso, non siamo oggetti'

"Sono tassati come bene di Lusso", " Il ciclo non è un'umiliazione", "Dovrebbe pagarli lo Stato" e "Spese divise a metà con gli uomini". Sono alcune delle frasi comparsi vergati a pennarello su diversi assorbenti, letteralmente appiccicati alle porte di alcune farmacie e negozi di via San Vitale.

A darne notizia è il gruppo 'L'otto tutti i giorni', un collettivo femminista che documenta la protesta anche con un video: "Oggi eravamo per le vie del centro a sanzionare farmacie e negozi che ogni giorno guadagnano sulle nostre mestruazioni, come se avere il ciclo per noi donne trans, queer, lesbiche, etero fosse un lusso".

farmacie assorbenti video link-2

Nel mirino delle femministe la tassazione Iva al 22% "esattamente come un tablet -continua il collettivo su Facebook- come se questi due beni fossero sullo stesso piano. Se aziende e stato vogliono guadagnare sul nostro ciclo mestruale, che si prendano tutto quello che ne consegue, tra dolori che il più delle volte bisogna sopportare a denti stretti per il costo elevato degli antidolorifici, alle visite ginecologiche ormai sempre più inaccessibili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento