Cronaca Saragozza / Via Saragozza

FOTONOTIZIA. Maltempo, cadono calcinacci in via Saragozza

L'acquazzone di ieri pomeriggio ha provocato qualche allagamento, la caduta di rami e di calcinacci in Porta Saragozza

L'acquazzone di ieri pomeriggio su Bologna, come spesso accade, ha provocato qualche allagamento, la caduta di rami e anche di calcinacci in Porta Saragozza. 

Un episodio simile si è verificato il 26 agosto scorso in via San Vitale, dove da Palazzo Orsi si erano staccati pezzi di cornicion: la via era stata chiusa al transito e l'area messa in sicurezza. 

La parola all'esperto 

Bologna Today a maggio scorso aveva interpellato Piero Cavarocchi, geologo laureato all'Alma Mater, specializzato nella conservazione dei beni culturali: "Bisogna partire dall'arenaria, il materiale utilizzato per la costruzione di moltissimi palazzi bolognesi. Si tratta di una roccia sedimentaria e la sua resistenza agli agenti atmosferici dipende dal cemento, o matrice, che tiene insieme i granuli. A Bologna dal Medioevo in poi è stato utilizzato un tipo di arenaria, la molassa, che veniva estratto dalle cave più vicine alla città, in zone geologicamente riconducibili alla formazione di sabbie gialle, quindi poco cementate".

In pratica un materiale poco durevole ... 

"Poroso e non particolarmente resistente all'azione corrosiva delle piogge acide (trasformazione degli inquinanti atmosferici nell'acqua - ndr). Un altro processo di degrado è il crioclastismo: l'acqua che penetra nella roccia, durante l'inverno ghiaccia, creando così una pressione che provoca il cedimento e le alterazioni". 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FOTONOTIZIA. Maltempo, cadono calcinacci in via Saragozza

BolognaToday è in caricamento