In strada e in auto con armi da taglio: scattano due denunce

In due episodi distinti la polizia è dovuta intervenire per evitare conseguenze

Le minacciava a turno importunandole, con un piccolo coltellino. Denuncia per porto abusivo di armi l'altra sera, per un cittadino gambiano di 24 anni, trovato dalla volante nei pressi di via Stalingrado e segnalato da alcune prostitute come soggetto pericoloso. Secondo quanto raccontato agli agenti il giovane, per un non meglio specificato motivo, stava dando fastidio ad alcune meretrici di stanza sulla strada a scorrimento, proferendo ingiurie e mostrando loro un piccolo coltello.

Addosso all'uomo, gravato da una serie di precedenti e anche da un'ordine di espulsione, sono state trovate anche alcune carte di credito non sue, fatto per il quale è stato deferito anche per ricettazione. Sempre ieri sera, in via Carnacini, zona San Donato, un cittadino polacco di 29 anni è stato denunciato sempre per porto abusivo di armi: nel sedile della sua auto, con la quale viaggiava con la sua compagna, è stato trovato un coltello a serramanico e un machete.

Il controllo ha preso origine da un intervento del 118, che ha prestato soccorso alla ragazza, una connazionale di 3 anni più giovane di lui, che aveva riportato alcune echimosi. Alla vista degli agenti l'uomo si è innervosito e ha cominciato a dare in escandescenze: per lui è scattata una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale, ragione per la quale è stato portato in questura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Scomparso nella notte, ritrovato morto in un campo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Whoopi Goldberg a Bologna: da Hollywood alle osterie del centro

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

Torna su
BolognaToday è in caricamento