rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca Bolognina / Via Alessandro Tiarini

Bolognina, "odore" dalla finestra aperta: in casa 6 chili di marijuana

"Galeotto" fu il clima mite e anomalo di questo novembre. Due giovani in carcere per coltivazione e detenzione

Il clima mite  e anomalo di questo mese di novembre ha messo nei guai due italiani di 23 e 24 anni, finiti al carcere della Dozza. 

Alle 22.30 di ieri sera, gli agenti dell'UPG - Ufficio Polizia Giudiziaria - in transito in via Tiarini con i finestrini della volante abbassati, hanno sentito un forte odore di cannabis provenire dalla finestra, anch'essa aperta, di un appartamento. Arrestata la marcia, i poliziotti hanno visto un giovane uscire dal portone e lo hanno perquisito, rinvenendo una bustina con poco hashish. Il controllo è continuato all'interno dell'appartamento, dove si trovava un altro ragazzo che in tasca aveva 500 euro. 

Allestita in una stanza della casa, vi era un serra per la coltivazione di marijuana, con tanto di ventilatori, lampade e fertilizzanti. Nelle altre stanze sono state trovate piante recise in foglia e sacchi di plastica con lo stupefacente essiccato per un totale di 6 chili. I due giovani sono stati arrestati per produzione, coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente. Ora si trovano al carcere della Dozza in attesa della convalida. 

Sempre nel quartiere Navile, ieri  i cani Grey e Apache, in forza al nucleo Cinofili della Polizia Locale hanno contribuito a trovare ben 127 involucri di cocaina e due di hashish all’interno dei parchi lungo il fiume Reno.Il 7 novembre, gli agenti del commissariato Bolognina-Pontevecchio e della Squadra Mobile hanno sequestrato circa 7 chili di marijuana e hashish nel quartiere Savena

WhatsApp Image 2022-11-11 at 11.36.45 (1)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bolognina, "odore" dalla finestra aperta: in casa 6 chili di marijuana

BolognaToday è in caricamento