Cronaca Navile / Via Alessandro Tiarini, 10

Perde la potestà dei figli e si cosparge di alcool per darsi fuoco: salvata dai Carabinieri

Una donna di 47 anni in cura al Centro di salute mentale tenta di darsi fuoco con un accendino: alla base del gesto, forse la sentenza del tribunale che l'ha privata della potestà dei due figli

Si è cosparsa il corpo con due litri di alcol minacciando di darsi fuoco con un accendino. L'intervento dei Carabinieri ha evitato la tragedia oggi pomeriggio: la donna con problemi di salute mentale, 47 anni, originaria di Palermo, si trovava all' interno del Centro di salute mentale di via Tiarini.

Il personale ha allertato i militari che hanno cercato di dissauderla, poi, approfittando di un momento di distrazione, l'hanno bloccata, togliendole l'accendino di mano. La 47enne è risultata poi in cura nella struttura, perché affetta da disturbi della personalità. Alla base del gesto probabilmente una recente sentenza del Tribunale dei Minori che l'ha privata della potestà sui due figli, affidati ad altre famiglie.

È stata poi trasportata presso l’Ospedale Maggiore di Bologna “Ottonello” – Unità Operativa di Diagnosi e Cura, ove dopo gli accertamenti sanitari veniva sottoposta a T.S.O..

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde la potestà dei figli e si cosparge di alcool per darsi fuoco: salvata dai Carabinieri

BolognaToday è in caricamento