rotate-mobile
Cronaca

Omicidio di via Varthema, un uomo in Questura

Il soggetto sarebbe un 'cliente' della donna. Sparito un cellulare, le immagini delle telecamere di sorveglianza forse decisive

Una persona, di nazionalità italiana sarebbe nei locali della Questura di Bologna, accompagnato da un avvocato, per essere sentito dal Pm Cerioni e dalla squadra mobile, in merito all'omicidio di una donna 30enne, ritrovata cadavere ieri sera in via Varthema, al civico 44.

Ana Maria Stativa, questo il nome della ragazza, avrebbe lavorato come escort, e al momento la pista più battuta dagli inquirenti e in direzione dei clienti della giovane. Il suo compagno, che ha ritrovato e segnalato il corpo alla Polizia, avrebbe una posizione credibile.

Ancora nessuna traccia dell'arma del delitto. La donna, secondo quanto ricostruito dalla Polizia scientifica e dal medico legale, avrebbe ricevuto un colpo alla nuca. Nessuna traccia anche di un cellulare in dotazione alla donna, mentre un altro è stato ritrovato nell'appartamento.

Ancora al vaglio, infine, le registrazioni impresse dalle telecamere di sorveglianza che affacciano sugli ingressi dell'abitazione, dalle quali è possibile ricostruire tutto il traffico di persone delle ultime ore, da e per lo stabile.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di via Varthema, un uomo in Questura

BolognaToday è in caricamento