menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Vezza: rimane chiuso dentro mentre 'visita' le cantine di un palazzo Acer

Un 35enne è stato trovato nei sotteranei di un palazzo Acer con addosso attrezzi da scasso. L'allarme dato da un residente

L'inquilino ha cercato di aprire il pesante portone che conduceva nelle cantine, ma non aveva le chiavi e ha chiamato i pompieri. Sembra un normale intervento di apertura porte, all'ordine del giorno per i Vigili del Fuoco, ma quello che i pompieri hanno trovato una volta aperta la porta ha fatto scattare la chiamata alla Polizia.

Un uomo, originario di Novara, classe 1980, è stato trovato all'interno delle cantine di un palazzo Acer di via Vezza, l'altro pomeriggio. Agli agenti, visto che non risultava come inquilino del palazzo, ha giustificato la sua presenza asserendo di "dovere recuperare una borsa" di suo possesso. Perquisito, addosso gli sono stati trovati attrezzi compatibili con lo scasso.

Non son stati riscontrati segni di effrazione nelle cantine circostanti, ma il pesante portone -installato da Acer, che però non aveva ancora distribuito le chiavi ai condomini- presentava i cardini segati per metà da un seghetto poi ritrovato tra gli effetti del giovane. Il 37enne è stato infine denunciato per invasione di terreni ed edifici, oltre che per possesso di chiavi alterate o grimaldelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Superenalotto, la dea bendata bacia Vergato: centrato un '5'

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento