Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Porto / Via Vittorio Veneto

'Salve sono dell'assicurazione', anziana truffata in via Vittorio Veneto

Il raggiro è andato a segno nel pomeriggio di ieri. Sui fatti indaga la Polizia. La truffatrice descritta come sulla trentina, senza accenti particolari. Sottratto anche il bancomat

Si è fatta aprire la porta con un'espediente, e poi è riuscita a dileguarsi con quadri e argenteria. Raggiro nei contronti di una anziana andato a segno ieri pomeriggio, quando una bolognese 81enne ha chiamato la Polizia raccontando che qualcuno le aveva sottratto delle cose nella sua abitazione, in via Vittorio Veneto.

Gli agenti giunti sul posto hanno chiesto all'anziana donna di raccontare meglio quella 'visita dell'assicuratrice' che l'81enne, in buona fede, ha raccontato di aver ricevuto in casa senza il minimo sospetto poco prima che i suoi averi sparissero.

La oramai finta addetta dell'assicurazione è stata descritta come una donna sulla trentina, senza accento particolare. Per catturare l'attenzione della bolognese, la truffatrice avrebbe raccontato di un sedicente mandato da parte del figlio della vittima, ricevuto per inventariare gli oggetti preziosi in casa, in vista di una successiva polizza assicurativa.

Una spiegazione convincente per l'81enne, peraltro stupita di non aver sentito nessun avviso del genere da parte del figlio. Fingendo una telefonata a quest'ultimo e poi alla banca dove l'anziana deteneva i risparmi, la 30enne ha poi convinto a radunare in una camera tutte le cose di valore, e l'ha convinta perfino a consegnare il bancomat. A questo punto ha approfittato di una distrazione della vittima per allontanarsi con due pesanti buste, contenenti perlopiù argenteria e quadri. Sull'episodio indaga al Polizia. Il conto corrente è stato bloccato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Salve sono dell'assicurazione', anziana truffata in via Vittorio Veneto

BolognaToday è in caricamento