Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca San Vitale / Via G. Zaccherini Alvisi

Area Zanolini degradata: "Ma quale riqualificazione, 6 mila euro l'anno per la raccolta siringhe"

Via Zaccherini Alvisi e tutta la zona della Stazione Ex-Veneta Zanolini in preda al degrado. Il comitato dei residenti: "Furti continui nelle cantine, siringhe ovunque e accampamenti abusivi"

Doveva essere una zona riqualificata, praticamente residenziale, con aiuole e aree verdi tutte intorno ai nuovi palazzi. Invece la cosiddetta "Area Zanolini", a detta dei residenti, è una concentrazione di spacciatori e tossici, un luogo in cui accamparsi (spesso approfittando dei cantieri fermi) e lasciare rifiuti di ogni genere. La zona è quella della Stazione ex Veneta Zanolini, inclusa via Zaccherini Alvisi e via Berlinguer, da dove durante i T-Days passano le navette sostitutive ai bus di linea.

ILLUSI DA UN PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE CHE NON SI E' MAI CONCRETIZZATO. "Abbiamo acquistato casa più o meno 3 anni fa - spiegano i residenti, che si sono riuniti in nel 'Comitato Zanolini Viva' per portare all'unisono le problematiche davanti all'amministrazione pubblica - e ci era stato mostrato un progetto molto bello, una riqualificazione a 360°. Poi è subentrato il fallimento di una delle tre imprese costruttrici e da qui le cose sono cominciate a precipitare. Attualmente fra le spese di consorzio che noi tutti abbiamo c'è una voce che ci costa 6 mila euro l'anno: la raccolta delle siringhe. Ogni giorno abbiamo a che fare con gli spacciatori (di cui ormai conosciamo anche il nome) e abbiamo subito diversi furti, sia nelle cantine sia a discapito di un ristoratore, tanto per citare gli ultimi episodi".

TANTI GLI INTERVENTI DELLA POLIZIA, MA POI TUTTO RESTA COME PRIMA. Nel racconto dei residenti anche gli interventi delle forze dell'ordine, che però non sono stati risolutivi e che non hanno disincentivato chi nella zona si è costruito la sua 'baracca' a utilizzare strada e cantieri anche come bagno/discarica. "A tutto questo si va ad aggiungere un ulteriore disagio - spiega il Comitato - rappresentato dall'aumento del 250% di traffico da parte dei bus nelle giornate dei T-Days. Il sabato e la domenica un passaggio continuo delle navette con un notevole inquinamento acustico".

RICHIESTO UNA COMMISSIONE IN QUARTIERE. Alla luce di tutti questi disagi, i consiglieri di quartiere dell'opposizione, dopo aver ascoltato le ragioni del 'Comitato Zanolini Viva' hanno chiesto al presidente Milena Naldi un incontro per discutere della problematiche che affliggono i residenti di zona e trovare una soluzione insieme: "Accampamenti e bivacchi in barba ai regolamenti - scrivono nella richiesta di una commissione ad hoc Alessandro Sangiorgi e Loris Folegatti - accumulo incontrollato di rifiuti cagionevoli per la salute e un grave stato di degrado in cui versano sia lo stabile soggetto a vincoli della Soprintentenza in quanto “archeologia industriale” sia la “mai nata” area verde sita in Via Zaccherini Alvisi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area Zanolini degradata: "Ma quale riqualificazione, 6 mila euro l'anno per la raccolta siringhe"

BolognaToday è in caricamento