menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lo avvicinano in furgone, poi partono le minacce: agguato in via Zambeccari

Secondo quanto ricostruito in quattro sarebbero scesi da un furgone, decisi a vendicare un furto subito

Un cittadino albanese di 22 anni, incensurato, è stato denunciato per tentata violenza privata, in concorso con ignoti per un presunto agguato commesso ai danni di un marocchino di 35 anni.

Tutto sarebbe nato intorno le 16 di ieri in zona Fiera, fra via Zambeccari e via Stalingrado. Secondo quanto ricostruito dagli agenti, intervenuti sul posto dopo una chiamata al 113, la vittima sarebbe stata avvicinata in via Zambeccari da un furgone. Il conducente del mezzo, con la scusa di chiedergli da accendere, ha distratto l'uomo, mentre un gruppo di quattro compari, usciti dal portellone laterale, lo hanno circondato e spinto verso una strada laterale.

Di lì sono iniziate le minacce: i quattro -tra cui il 22enne denunciato- volevano sapere dove fosse una persona, che il giorno prima avrebbe derubato di  ben 2500 euro un sodale degli aggressori, che voleva comprare da lui della droga.

Il malcapitato a quel punto finge di conoscere chi sta cercando il gruppo e dice ai quattro di seguirli fino a una vicina sede di un'associazione, dove qualcuno potrebbe avere più informazioni sul connazionale che cercano. Arrivato lì, il 35enne però chiede aiuto a un conoscente e chiama il 113.

Intravedendo i lampeggianti della Polizia arrivare, il gruppo di malintenzionati fugge, lasciando però il 22enne a piedi. Il giovane tenta di nascondersi dentro il McDonald's, dove viene però raggiunto e bloccato. Interrogato a sommarie informazioni, il 22enne infine ammette di essere andato a cercare lo spacciatore che il giorno prima lo aveva derubato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento