menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressioni e spaccio nel quartiere, Acer: "Famiglia del ragazzo spostata in altra casa popolare"

Il presidente -e candidato sindaco- Alessandro Alberani esulta: “Speriamo di consegnare l’alloggio che abbiamo liberato, dopo le dovute ristrutturazioni, a una delle tante famiglie perbene che sono nelle lista d’attesa”

A qualche mese di distanza dai fatti e dopo che ne era stato annunciato il provvedimento, Acer comunica che "è ritornata in possesso questa mattina dell’alloggio di via Zampieri", alloggio in cui "viveva un giovane pregiudicato che, con i suoi comportamenti, creava allarme e timore tra i cittadini della zona". La vicenda era emersa e aveva scatenato dibattito e polemiche, con l'annuncio da parte di Acer stessa di spostare la famiglia in questione in un altro alloggio pubblico, in un altro quartiere.

Il nucleo familiare in cui vive il giovane, al momento agli arresti domiciliari, "è stato spostato d’ufficio per incompatibilità ambientale" spiega Acer in una nota "in un quartiere della città lontano dalla Bolognina. L’alloggio di via Zampieri è già stato messo in sicurezza".

“Si tratta di un risultato molto importante”, commenta il presidente di Acer Bologna, e candidato sindaco, Alessandro Alberani, “ottenuto grazie allo sforzo integrato di tutti gli uffici e alla determinazione del vertice aziendale nel voler ripristinare la legalità, la sicurezza e la tranquillità dei cittadini”.

Continua Alberani: “Speriamo di consegnare l’alloggio che abbiamo liberato, dopo le dovute ristrutturazioni, a una delle tante famiglie perbene che sono nelle lista d’attesa”. “Il risultato odierno – conclude Alberani – è frutto della collaborazione congiunta tra Acer, Comune di Bologna e forze dell’ordine. Continuo a sostenere che non dobbiamo sottovalutare le tensioni causate dal Covid che ci sono nelle periferie dove sorgono le case popolari. Ho sottolineato questo tema al Sindaco, che se ne è interessato e si sta ipotizzando un prossimo Comitato per l’Ordine pubblico in Prefettura, presenti i vertici e i rappresentanti di ACER Bologna”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento