rotate-mobile
Cronaca Saragozza / Via Andrea Costa

Si torna a viaggiare, gli addetti ai lavori: "Lavoriamo bene ma prezzi dei voli raddoppiati"

Mete più gettonate dai bolognesi, Paesi con restrizioni che permangono e costi vacanze. L'agenzia di viaggi Piña Colada ci spiega come sta andando la programmazione estiva

Finalmente, dopo due estati un po' anomale a causa della pandemia e delle conseguenti restrizioni, la prossima sembrerebbe un'estate molto vicina a quella che consideriamo normale.

Quest'anno infatti si torna a viaggiare in tutti i Paesi e il turismo torna a crescere. Ma il problema, non da poco, è quello dei prezzi: i costi dei voli sono raddoppiati rispetto allo scorso anno, come ha messo in evidenza anche il Codacons.

Ne abbiamo parlato con uno dei titolari dell'agenzia viaggi Piña Colada, specializzata nei viaggi a lungo raggio, attiva a Bologna da oltre vent'anni.

Si avvicina l'estate, come vanno le prenotazioni?

"Sì, siamo di fronte alla prima vera estate, dopo due anni difficili. Possiamo dire che siamo molto vicini alla normalità ma è tutto cambiato e non è facile fare paragoni pre-covid. Il lavoro ad oggi non manca ma è difficile recuperare quanto perso negli ultimi anni. Di ristori, noi, ne abbiamo visti davvero pochi. Praticamente ci è stato riconosciuto come lavoro perso solo quello del periodo di aprile 2020, ma in realtà siamo stati bloccati per il resto dell'anno e parte del 2021. Dunque le prenotazioni ci sono ma lavoriamo a fatica. Noi poi organizziamo principalmente alcuni viaggi, quelli a lungo raggio, quindi il nostro target è differente e l'aumento dei prezzi sicuramente non ci aiuta. Spesso si lavora tantissimo per nulla, si fanno itinerari e preventivi e poi non si acquista il viaggio".

A proposito, c’è stato un forte aumento dei prezzi. Si parla di caro-voli

"Assolutamente sì. Se la guerra non ha influito sulla sicurezza, lo ha fatto sui costi e quindi di conseguenza si registra un rincaro dei voli. Parliamo di percentuali importanti: sulle tratte internazionali si registra un +35% rispetto allo scorso anno. Se abbiamo anche noi maggiorato le tariffe? No, non lo abbiamo fatto. Lavoriamo e speriamo che le cose vadano meglio". 

Quali dunque le mete più gettonate per questa estate? 

"Noi lavoriamo sul lungo raggio quindi vediamo di nuovo molte prenotazioni sulle isole come le Maldive o le Seychelles in Africa".

Si va ovunque liberamente o ci sono ancora restrizioni?

"Tendenzialmente sì. Al momento è chiuso soltanto il Giappone al turismo. In alcuni Paesi resta l'obbligo del tampone 48 ore prima della partenza ma per il resto non ci sono limitazioni. Noi comunque manteniamo aperta l'opzione dell'assicurazione covid che copre i costi nel caso in cui ci si dovesse contagiare all'estero".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si torna a viaggiare, gli addetti ai lavori: "Lavoriamo bene ma prezzi dei voli raddoppiati"

BolognaToday è in caricamento