Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

A cavallo da via Zamboni fino in Iraq: parte oggi la carovana per la Pace

A cavallo, passando per Grecia e Turchia, accompagnati da un camper e quattro cani. E' l'impresa da 6.000 chilometri fino a Alabjah, dove furono sterminati 5.000 curdi, gemellata con Marzabotto

Da Bologna all'Iraq a cavallo, passando per la Grecia e la Turchia, accompagnati da un camper per i rifornimenti e quattro cani. Impiegheranno un anno per percorrere questi 6.000 chilometri per la pace e per riscoprire il significato dell'avventura.

Così oggi Piero Bernardi e Giampiero Franchi, film maker ed esploratore di 56 anni il primo, ex fontaniere di 51 il secondo, accompagnati da Barbara Guerra, 46enne compagna di Piero, e Annibale ''Bibi'' Tatini, pensionato 62enne si avventurano. Piero e Giampiero si sposteranno a cavallo, li accompagnera' un terzo cavallo per portare le vettovaglie, mentre Barbara a Bibi si muoveranno sul "caravanserraglio mobile", un vecchio camper attrezzato insieme ai quattro cani.

Ogni due o tre giorni, poi, si incontreranno per i rifornimenti. Il viaggio, che i due stanno già programmando da parecchio tempo (l''anno scorso per allenarsi sono arrivati a cavallo fino all''Aquila e ci hanno messo un mese) è iniziato oggi dalla sede della Provincia di Bologna, in via Zamboni: l''arrivo in Iraq, alla cittadina martire di Alabjah, dove furono sterminati 5.000 curdi, è, previsto per settembre-ottobre 2014. 

L'originale carovana toccherà altre città duramente colpite dalla guerra e passerà per un ''corridoio'' di pace che si trova a est di Mosul e a ovest della zona controllata dai curdi. La scelta della destinazione, oltre che per portare un messaggio di pace, eè legata al fatto che Alabjah è ''gemellata'' con Marzabotto, nella cittadina irachena anche una scuola intitolata al paese dell'Appennino, e ad una precedente esperienza di Bernardi in Iraq, che lo ha spinto a decidere di ritornare

IL PRIMO VIAGGIO DI BERNARDI. Fu nel 2006, organizzato insieme alla Scuola di pace di Montesole, per riaccompagnare in patria un giovane curdo rifugiato in Italia che voleva rientrare per partecipare al referendum. Il paese era ancora in guerra civile: "C''era una manifestazione- racconta- ad un certo punto mi sono ritrovato solo e ho rischiato la vita. Cominciai a urlare l'unica cosa che in quel momento mi venne da dire e cioè ''Marzabotto'' e mi lasciarono stare. Ma da allora ho deciso di ritornarci". A Brindisi si imbarcheranno per la Grecia, poi arriveranno in Turchia e poi l'Iraq. Bernardi e Franchi, invece, viaggeranno in sella a Contessa (11 anni ed ex cavallo da corsa) e Rosi (tre anni); con loro ci sarà anche Chicco (sei anni), che porterà le vettovaglie. Sono tutti e tre "purosangue italiani", vivono con Bernardi a Vidiciatico, in una stalla, e "sono abituati a tirare il carro e a fare lunghi tragitti". L'idea è quella di fare 25-30 chilometri al giorno e, ogni due-tre giorni, fermarsi per un paio di giorni di sosta. "Vedremo man mano, soprattutto in base alla stanchezza dei cavalli", spiega ancora Bernardi, entusiasta perchè nel viaggio "vedremo ogni giorno un orizzonte diverso. Ci chiederanno dove dove veniamo, cosa stiamo facendo e dove andiamo, noi glielo spiegheremo". La ''carovana'' ha iniziato il suo viaggio oggi, subito dopo la conferenza stampa in Provincia. (agenzia Dire).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A cavallo da via Zamboni fino in Iraq: parte oggi la carovana per la Pace

BolognaToday è in caricamento